VITA

Adozioni: il parroco a Benigni, adotti un bimbo a distanza

8 Ottobre Ott 2002 0200 08 ottobre 2002

''Caro Roberto Benigni, adotta anche tu un bambino a distanza, magari del Peru'. Sono convinto che non ti sottrarrai a questa nuova opera di bene'', parola di don Buresti

  • ...
  • ...

''Caro Roberto Benigni, adotta anche tu un bambino a distanza, magari del Peru'. Sono convinto che non ti sottrarrai a questa nuova opera di bene'', parola di don Buresti

''Caro Roberto Benigni, adotta anche tu un bambino a distanza, magari del Peru'. Sono convinto che non ti sottrarrai a questa nuova opera di bene''. A rivolgere questo appello e' padre Arturo Buresti, 78 anni, parroco della Misericordia, frazione di Castiglion Fiorentino (Ar), terra d'origine dei genitori dell'attore comico toscano, babbo Luigi e mamma Isolina. Nella chiesa della Misericordia Roberto Benigni fu battezzato. E proprio in ricordo di queste radici cristiane, don Buresti si augura che il suo appello faccia breccia nel cuore del 'piccolo diavolo'. Il parroco, lontano parente della mamma Isolina e da tempo amico e confidente di Benigni, sara' in prima fila venerdi' 11 ottobre alla proiezione di ''Pinocchio''. E proprio per assistere al nuovo film di Benigni padre Arturo ha rinviato di tre giorni la sua partenza per il Peru', dove andra' a portare gli aiuti raccolti per centinaia di bambini. ''In anni d'attivita' missionaria sono riuscito a far adottare a distanza 300 bambini peruviani. Mi auguro -ha detto il sacerdote- che anche Roberto Benigni possa quanto prima aderire all'iniziativa''.