VITA

Eventi. Torna a Milano. "Fa’ la cosa giusta". La sostenibilità diventa di casa

6 Marzo Mar 2008 0100 06 marzo 2008

La fiera del consumo critico è dedicata quest’anno all’abitare sostenibile. Stanza per stanza, i visitatori potranno scoprire come abbattere sprechi e inquinamento.

  • ...
  • ...

La fiera del consumo critico è dedicata quest’anno all’abitare sostenibile. Stanza per stanza, i visitatori potranno scoprire come abbattere sprechi e inquinamento.

Dalla moda sostenibile alla casa anti spreco energetico con arredamento ecologico. Ma anche un faccia a faccia fra imprese e organizzazioni non profit, una sessantina fra convegni e approfondimenti. Fa? la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, è arrivata alla quinta edizione e si vede. Dall?11 al 13 aprile, a Fieramilanocity, 17mila metri quadrati (un padiglione in più rispetto allo scorso anno) ospiteranno 500 espositori tra produttori locali, cooperative sociali, botteghe del commercio equo, organizzazioni che fanno cooperazione allo sviluppo, associazioni di turismo responsabile, produttori bio. Cuore dell?esposizione organizzata da Terre di mezzo, giornale ed editore di strada, sarà l?abitare sostenibile, ovvero tutto ciò che si può mettere in pratica per risparmiare energia e vivere meglio nella propria casa, dai pannelli solari ai mobili ecologici. «Sarà allestita una casa-modello ecologica in collaborazione con Best Up, il circuito dell?abitare sostenibile del Salone del mobile di Milano e con Legambiente», anticipa Rosy Iaione del gruppo organizzativo di Fa? la cosa giusta. «Il visitatore potrà accedervi e passare di stanza in stanza per cogliere idee e suggerimenti per vivere in modo sostenibile». Dalla casa alla città, passando per il vivere in comunità: la sezione speciale della fiera sarà suddivisa in tre piazze dove sarà possibile avvicinare anche le esperienze di condivisione dello spazio privato e pubblico, dal cohousing (<a href="http://www.cohousing.it" target="_blank">www.cohousing.it</a>) ai condominii solidali.La fiera è organizzata in quindici aree tematiche, dal viaggiare responsabile ai prodotti biologici passando per il software libero e la finanzia etica. Si aggiunge quest?anno uno spazio dedicato alla moda sostenibile, chiamato Critical fashion, che raccoglierà le creazioni e le produzioni di atelier di moda. Il gruppo di artisti di Isola della moda allestirà la mostra Moda: istruzioni per il riuso!, realizzata con abiti e oggetti di design in materiale da riciclo. «E la moda sostenibile sarà il tema al centro dell?attenzione nell?edizione 2009», anticipa Iaione.Un?altra novità di questa edizione è Faccia per Faccia, un evento che l?11 aprile farà incontrare imprese profit e non profit. In collaborazione con l?università Bocconi e Avanzi, Terre di Mezzo ha selezionato 60 progetti non profit da presentare ad aziende interessate a incrementare il proprio impegno nella responsabilità sociale d?impresa. Associazioni di volontariato, ong e fondazioni avranno la possibilità di incontrare e presentare di persona, senza intermediari, i propri progetti sociali alle aziende.