legge di stabilità

Donazioni, attacco alla +dai-versi

18 Ottobre Ott 2012 1615 18 ottobre 2012

Dopo la stangata sulle detrazioni, un'aggiunta al testo della manovra intacca le disposizioni della legge che consente di dedurre fino al 10% del reddito le donazioni alle onlus. Penalizzati 1,5 milioni di contribuenti

  • ...
Soldi36
  • ...

Dopo la stangata sulle detrazioni, un'aggiunta al testo della manovra intacca le disposizioni della legge che consente di dedurre fino al 10% del reddito le donazioni alle onlus. Penalizzati 1,5 milioni di contribuenti

Sono più pesanti del previsto le conseguenze della manovra di stabilità su donatori, enti non profit e contribuenti. In seguito all'introduzione della franchigia di 250 euro per oneri deducibili e detraibili infatti converrà sempre meno essere generosi, anche a causa di alcune precisazioni e modifiche introdotte nella seconda stesura del testo: come ben evidenzia Carlo Mazzini in questo articolo, è comparsa all'articolo 12 comma 6 una disposizione aggiuntiva – assente nella prima versione – che afferma che le franchigie si applicano anche agli oneri e alle spese la cui deducibilità dal reddito complessivo dall’imposta lorda è riconducibile agli articoli 10 e 15 del TUIR.

In pratica, se fino a ieri le franchigie sembravano applicabili solo alle detrazioni previste dal 1997 con la legge onlus (la 460/97), oggi la minore convenienza a donare parrebbe proprio intaccare anche la + dai, – versi, (art 14, DL 35/05), quella cioè che permette di dedurre fino al 10% del reddito per un massimo di 70mila euro. Un'ulteriore iattura che colpisce questa volta gran parte del non profit: le onlus (organizzazioni di volontariato, organizzazioni non governative e cooperative sociali), le associazioni e fondazioni di ricerca scientifica, le fondazioni e associazioni che tutelano e valorizzano i beni artistici, storici e paesaggistici, le associazioni di promozione sociale.

"La riduzione del beneficio fiscale appare particolarmente grave", chiarisce Carlo Mazzini, "anche alla luce dei dati reperibili dalle statistiche ufficiali del Ministero dell’economia e delle finanze che, in merito alle detrazioni alle Onlus registra un valore di donazione portato in detrazione pari a 210 euro – quindi persino al di sotto della franchigia -, mentre, dalla relazione finale del gruppo di studio sull’erosione fiscale, si viene a sapere che la donazione media di chi utilizza la “+ dai, – versi” è pari a 320 euro".

Sono oltre un milione e mezzo i contribuenti che vedranno ridotti sensibilmente o persino totalmente annullati i benefici fiscali delle norme che il legislatore ha introdotto negli ultimi 15 anni per promuovere le attività sociali del non profit.