La petizione di Vita

Sos Villaggi dei Bambini: hanno "scippato" le famiglie

24 Luglio Lug 2013 1300 24 luglio 2013

Oltre 84mila gli euro mancanti dai fondi del 5 per mille 2011, ma per il direttore nazionale Franco Muzio: «Sono state derubate dei servizi le famiglie contribuenti e i loro bambini, non Sos Villaggi dei Bambini»

  • ...
Sappiatelo 457
  • ...

Oltre 84mila gli euro mancanti dai fondi del 5 per mille 2011, ma per il direttore nazionale Franco Muzio: «Sono state derubate dei servizi le famiglie contribuenti e i loro bambini, non Sos Villaggi dei Bambini»

Oltre 84mila euro. A tanto ammonta lo “scippo” del 5 per mille ai danni di Sos Villaggi dei Bambini nel 2011. Negli ultimi due anni, in cui si è posto il tetto, il 2010 e 2011 all’associazione che in Italia si occupa di bambini e famiglie in crisi da mezzo secolo lo scippo è stato di 144.769,90 euro. Tanti soldi.

Per il direttore nazionale di Sos Villaggi dei Bambini, Franco Muzio, la prima vittima non è l’associazione che ha avuto oltre 13mila firme: «Sono state derubate dei servizi le famiglie contribuenti e i loro bambini, non Sos Villaggi dei Bambini», commenta lucidamente.
Entrando nel dettaglio dei conti del 2011 spiega che la cifra «scippata dei fondi derivanti dal 5 per mille, mai pervenuta a Sos Villaggi dei Bambini è di oltre 84mila euro, per la precisione 84.557,03. Con questi soldi avremmo potuto aiutare numerose famiglie che in questi anni di crisi stanno vivendo momenti di gravi difficoltà. Avremmo potuto sostenerle attraverso i nostri programmi di rafforzamento familiare. Avremmo potuto accogliere i loro bambini e ragazzi nei nostri Centri Diurni, fornendo supporto scolastico, contrastando la dispersione scolastica e dando modo ai genitori di dedicarsi al lavoro o alla ricerca dello stesso, con la sicurezza di sapere i loro figli nelle mani di educatori esperti».

E non si fermano qui gli “avremmo potuto”, perché con quei fondi Sos Villaggi dei Bambini avrebbe potuto: «sostenere i ragazzi maggiorenni con corsi di formazione e borse Lavoro. Avremmo potuto garantire aiuto a un maggior numero di genitori soli che faticano a gestire il rapporto con i propri figli, offrendo loro accoglienza, se necessario, e supporto psicologico».
E, infine, conclude il direttore Muzio «avremmo potuto ridare una speranza a quelle madri costrette ad abbandonare la propria casa e la propria famiglia, a causa di maltrattamenti, affiancandole in un percorso di autonomia emotiva ed economica e offrendo loro il servizio dei nostri Asili Nido».

Firma anche tu la petizione di Vita contro lo scippo del 5 per mille