La petizione di vita

Auser: 5 per mille, agli anziani tolti 1,3 milioni

4 Settembre Set 2013 1444 04 settembre 2013

L'organizzazione che lavora al fianco degli anziani ha perso in due anni oltre un milione di euro a causa dello "scippo di Stato". Il presidente Costa: "Subito un 5 per mille stabile e senza limiti. Per non penalizzare chi, come noi, eroga ogni anno 2 milioni i interventi sociali a costo zero per le casse pubbliche"

  • ...
Auser: 5 per mille, agli anziani tolti 1,3 milioni
  • ...

L'organizzazione che lavora al fianco degli anziani ha perso in due anni oltre un milione di euro a causa dello "scippo di Stato". Il presidente Costa: "Subito un 5 per mille stabile e senza limiti. Per non penalizzare chi, come noi, eroga ogni anno 2 milioni i interventi sociali a costo zero per le casse pubbliche"

"La mia adezione alla petizione? La può considerare scontata". Con queste parole il presidente dell'Auser nazionale, Enzo Costa, esprime il proprio appoggio incondizionato all'iniziativa di Vita contro lo scippo di Stato: una petizione che ha superato in poco tempo le 5000 firme e continua a rastrellarne anche in questi giorni, per chiedere la definitiva stabilizzazione del 5 per mille, ovviamente senza alcun limite di raccolta. Auser, per esempio, per colpa del taglio ha "perso" qualcosa come 620mila euro nel 2010 e 730mila nel 2011.
"Non c'è dubbio che il 5 per mille debba al più presto diventare legge", dichiara Costa, "perché è un impegno che lo Stato si è preso e deve renderlo permanente, permettendo al terzo settore di contarci in modo definitivo. La seconda questione," prosegue, "è quella del tetto, perché non è possibile che una legge che parte da un presupposto matematico, da ua precisa frazione numerica che ha un suo valore assoluto e preciso, diventi di fatto aleatoria, relativa. Inoltre così facendo lo Stato cancella la volontà popolare, la stravolge, la disprezza. Non ci siamo proprio".
Il presidente dell'Auser nazionale tiene poi a precisare il meccanismo di ripartizione dei fondi per quanto riguarda l'associazione: trattenute le esigue spese amministrative, infatti, i milioni raccolti (più di 3 nel 2011) vengono "girati" dalla struttura centrale sul territorio, e distribuiti alle tante sedi Auser in tutta Italia. "Auser ha al centro due capisaldi: il territorio e la persona", conclude Costa. "Gran parte del 5 per mille viene utilizzato dalle tante realtà Auser proprio a livello locale, per erogare servizi di prossimità gratuiti a migliaia e migliaia di anziani: servizi di traporto sociale, pasti a domicilio, spesa, ma anche semplice compagnia. Con i nostri volontari gli anziani si sentono meno soli". Nel 2012 - dicono le cifre - i servizi prestati da Auser, anche grazie alla linea gratuita nazionale Filo d'Argento - sono stati oltre 2 milioni. Quanti altri sarebbero stati erogati se tutti i fondi destinati dai contribuenti fossero arrivati a destinazione?