Legge di Stabilità

5 per mille, ecco l'emendamento di Scelta Civica

13 Novembre Nov 2013 1749 13 novembre 2013

I senatori Linda Lanzillotta e Luigi Marino firmano il documento che prevede l'innalzamento del tetto da 400 a 500 milioni. Una misura che vogliono anche PD e Movimento 5 Stelle. Silenzio invece da parte del Pdl

  • ...
5 per mille, ecco l'emendamento di Scelta Civica
  • ...

I senatori Linda Lanzillotta e Luigi Marino firmano il documento che prevede l'innalzamento del tetto da 400 a 500 milioni. Una misura che vogliono anche PD e Movimento 5 Stelle. Silenzio invece da parte del Pdl

Dopo PD e Movimento 5 Stelle, anche Scelta Civica scende in campo per alzare il tetto al 5 per mille 2014 da 400 a 500 milioni di euro. L'emendamento all'articolo 7 della legge di Stabilità è firmata dai senatori Linda Lanzillotta (in foto) e Luigi Marino.

«Questa modifica» si legge nella nota introduttiva «si rende necessaria per rispettare la volontà dei 17 milioni di contribuenti che ogni anno destinano risorse al 5 per mille. Negli anni passati l’imposizione del tetto ai 400 Milioni ha determinato una decurtazione sul totale della cifra destinata dai contribuenti. Infatti, nelle dichiarazioni dei redditi relative all’anno 2010, il totale degli importi assegnati dai contribuenti ai percettori del 5 per mille risulta essere stato di 463 milioni di euro a fronte di una effettiva erogazione, per motivazioni non ancora ad oggi chiarite, addirittura inferiore al tetto dei 400 milioni di euro, che si è attestata su soli 383 milioni di euro». «I beneficiari», proseguono Lanzillotta e Marino richiamando la campagna di Vita #sappiatelo «hanno così subito una decurtazione percentuale del 17% rispetto a quanto assegnato dai contribuenti italiani.

Analoga decurtazione è avvenuta per le dichiarazioni dei redditi relative all’anno 2011 in cui per dichiarazione del viceministro dell’Economia alla Camera le assegnazioni dei contribuenti erano pari a 488 milioni mentre l’erogato è stato di soli 395 milioni. Ne deriva la sottrazione alle risorse disponibili per le organizzazioni non profit di oltre 170 milioni di euro in due anni. Pertanto si chiede un innalzamento del tetto di spesa per rispettare la volontà del contribuente di destinare effettivamente il cinque per mille e non un’altra e più bassa percentuale».

Il testo dell'emendamento di Scelta Civica va nella stessa direzione di altri due emendamenti presentati da Pd e Scelta Civica. Non si muove una foglia invece in area Pdl. Sarà sufficiente per portare a casa il risultato?