Novità

Nasce a Verona il Banco Aziende Solidali

29 Novembre Nov 2013 1525 29 novembre 2013

Il lancio del nuovo progetto in occasione della Giornata del Volontariato. Il Banco Aziende Solidali, inserito nel progetto "Dai!", prevede una donazione a costo zero per le imprese che diventa risorsa per il mondo non profit.

  • ...
Immagine 49
  • ...

Il lancio del nuovo progetto in occasione della Giornata del Volontariato. Il Banco Aziende Solidali, inserito nel progetto "Dai!", prevede una donazione a costo zero per le imprese che diventa risorsa per il mondo non profit.

Sarà presentato ufficialmente il 5 dicembre in occasione della Giornata del Volontariato e rientra nelle iniziative di “Dai!”, un ampio progetto per la promozione del volontariato che il Csv di Verona ha attivato un anno fa. Si tratta del Banco Aziende Solidali che ha l’obiettivo di far fronte alle crescenti esigenze delle famiglie in difficoltà e ai tagli al Terzo settore che si stanno ripercuotendo sulle stesse associazioni.

Il progetto Banco Aziende Solidale prende il via grazie alla collaborazione tra Federazione del Volontariato di Verona onlus, capofila del progetto, le Odv partner del progetto (Associazione Apertamente onlus, Associazione Betania onlus, Associazione La Nostra Casa onlus, Ashsg Associazione Self-Help San Giacomo, Fevoss Federazione dei Servizi di Volontariato Socio-Sanitario onlus, Nadia Nuova Associazione di Genitori Insieme per l'Adozione), Csv Centro Servizio per il Volontariato di Verona e l’associazione Uni Verona onlus (del gruppo dipendenti Unicredit) che ne sono i finanziatori.

Il Banco delle Aziende Solidali incrocia la domanda di beni da parte del settore non profit con l’offerta da parte del settore profit. Le imprese possono donare beni “no food” di proprietà, prodotti o commercializzati dall’azienda (abiti, scarpe, biancheria intima, coperte, mobili, elettrodomestici, casalinghi, giocattoli, farmaci, prodotti per l’igiene personale, pannolini, cancelleria…), alle Odv di Verona e provincia che, durante i propri interventi sociali, hanno rilevato effettive e immediate necessità, comunicandole alla Federazione del Volontariato di Verona onlus, che si incarica, attraverso un suo operatore, di provvedere alla raccolta presso realtà profit e alla ridistribuzione verso il non profit.

E non solo. Il servizio del Banco Aziende Solidali è aperto alle imprese a 360 gradi e dunque anche a quelle erogatrici di servizi: per le associazioni, risorse non meno preziose dei beni tangibili.

Attraverso un sistema informatizzato gestito dal Csv, il Banco incrocia la domanda di beni da parte del settore non profit con l’offerta da parte del settore profit. Tutto è verificabile con dati periodicamente comunicati e continuativamente disponibili online al sito www.csv.verona.it (e a breve anche sul sito dedicato appositamente al servizio – che sarà attivo dal prossimo mese - www.bancoaziendesolidali.it), nell'ottica della massima trasparenza. Di ritorno, l’azienda ha la certezza dell’utilità della sua donazione e a ricevere il materiale saranno organizzazioni selezionate che, durante i propri interventi sociali, hanno rilevato reali e immediate necessità.

«Interventi, dunque, calibrati e non a pioggia: grazie a questo meccanismo non un solo oggetto/servizio donato andrà sprecato o rimarrà inutilizzato», puntualizzano dal Csv. Quanto dato solleverà effettivamente dal disagio le persone più deboli, in difficoltà per motivi economici o situazioni sociali delicate, come malattia, disabilità, fratture familiari, disoccupazione, basso livello di istruzione o nel caso di anziani soli e genitori single.
«L’impresa può rendersi così partecipe del bene comune, poiché non darà soltanto oggetti o servizi, ma sostanzialmente attenzioni. In più, potrà spendere la sua “responsabilità sociale» per azioni di comunicazione a suo favore e ottenere agevolazioni fiscali", sottolinea Chiara Tommasini, presidente Csv.

L'iniziativa rientra nel più ampio progetto Dai! che ha già dato preziosi risultati, come la raccolta di giocattoli per i bimbi realizzata lo scorso dicembre in collaborazione con Floridea e che in queste settimane d’Avvento, si prepara a bissare il successo dello scorso anno.
«Dai! infatti, oltre alla campagna di informazione sulle opportunità e i benefici del volontariato e della donazione, è attivo su tre canali: il volontariato d’impresa, la raccolta di offerte dai singoli, la raccolta di beni e servizi dalle aziende attraverso - appunto - il neonato Banco Aziende Solidali», spiega il direttore del Csv Fabio Fornasini.