Marketing?

Stop alla campagna, la Coop ascolta le associazioni no slot

16 Dicembre Dic 2013 1915 16 dicembre 2013

Il presidente Marco Pedroni accoglie la richiesta dell'Associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze e del Movimento No Slot: «La segnalazione ci ha permesso di individuare un aspetto che francamente, anche coloro più sensibili e più socialmente impegnati tra noi, non avevano saputo cogliere»

  • ...
Coop 2
  • ...

Il presidente Marco Pedroni accoglie la richiesta dell'Associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze e del Movimento No Slot: «La segnalazione ci ha permesso di individuare un aspetto che francamente, anche coloro più sensibili e più socialmente impegnati tra noi, non avevano saputo cogliere»

Sui treni Frecciarossa e nelle Grandi Stazioni la Coop sta promuovendo con una “slot machine Fior Fiore Coop”, ammiccando che “si vincono premi e possono giocare tutti i passeggeri, anche i bambini”. L'Associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze e Movimento no slot, attraverso una lettera aperta avevano chiesto di fermare questa perniciosa azione di marketing. La lettera firmata dai presidente delle due associazioni Daniela Capitanucci e Riccardo Bonacina si concludeva così: «Ritirare questa campagna sarebbe un buon segno. Un segno di forza, non di debolezza. Ed è questo che chiediamo di fare rapidamente alla vostra direzione». Questa la replica del presidente di Coop Italia, Marco Pedroni che annuncia il blocco della campagna promozionale.

«Gentile Dottoressa Daniela Capitanucci e Gentile Riccardo Bonacina,
abbiamo ricevuto la vostra lettera e visto la vostra comunicazione sul portale di Vita relativa alla nostra iniziativa di promozione dei prodotti Fior Fiore Coop nelle stazioni ferroviarie di Roma e Milano e sui treni. Siamo sinceramente sorpresi delle modalità e dei toni delle vostre osservazioni e ci riteniamo in dovere di fornire alcune importanti precisazioni.

La prima, e più importante, è che non si può assolutamente parlare di “gioco di azzardo”: non è previsto nello svolgimento della meccanica promozionale della nostra iniziativa alcun esborso, né premio in denaro per le persone che volessero partecipare. Si tratta per l’appunto di una iniziativa promozionale mirata a favorire la conoscenza dei prodotti Coop attraverso una modalità ludica di interazione con il cliente, che esclude ovviamente i minori.

Come dimostrate di sapere citando la nostra Carta Valori, Coop è un’organizzazione molto impegnata nel sostenere un comportamento etico nella propria azione e a cascata dei propri fornitori, generando un volano positivo di consapevolezza in Italia e all’estero.

Detto ciò, se l’iniziativa in questione ha generato interpretazioni diverse da quelle che erano negli obiettivi, esprimiamo la volontà di non lasciare dubbio alcuno. Per questa ragione sospenderemo tale iniziativa entro questa settimana, non appena rispettati gli obblighi di legge (stiamo parlando di una regolare Operazione a Premi che prevede un Regolamento depositato presso il Ministero). Inoltre, interromperemo quanto si era pianificato, evitando in futuro la realizzazione di iniziative con modalità analoghe.

La ringraziamo per la segnalazione, che ci ha permesso di individuare un aspetto di tale iniziativa che francamente, anche coloro più sensibili e più socialmente impegnati tra noi, non avevano saputo cogliere.
Cordiali saluti,
Marco Pedroni»