facebook sotto accusa

NekNomination, la folle gara a chi si ubriaca di più in rete

17 Febbraio Feb 2014 1053 17 febbraio 2014

Spopola nel Regno Unito l'abitudine di postare video di bevute estreme sui social network e sfidare gli amici a superare il "traguardo" raggiunto. Si chiama NekNomination e finora ha già fatto quattro vittime, tutte sotto i 30 anni. Ma facebook si difende: "Non possiamo censurare i comportamenti di singoli se non violano le nostre regole"

  • ...
Fc0dd70b9dc2aa7a1f7292ad4fccf0ff
  • ...

Spopola nel Regno Unito l'abitudine di postare video di bevute estreme sui social network e sfidare gli amici a superare il "traguardo" raggiunto. Si chiama NekNomination e finora ha già fatto quattro vittime, tutte sotto i 30 anni. Ma facebook si difende: "Non possiamo censurare i comportamenti di singoli se non violano le nostre regole"

Il ragazzo ride nervosamente, mostra alla webcam un topolino bianco stecchito e lo infila nel mixer da cucina insieme a un bel po’ di alcolici. Fa partire, non si riesce più a guardare ma si capisce che di lì a poco il genio berrà quel che reta del topo insieme ai drink, solo per vincere una folle sfida lanciata su NekNomination, un gioco online che porta migliaia di giovani a superarsi nel bere alcol in grandi quantità o nelle situazioni più strane.
L’allarme arriva dal Regno Unito, dove il fenomeno è esploso (dopo essere arrivato dall’Australia) e dove almeno quattro ragazzi sotto i trent’anni sono morti dopo aver vinto assurde sfide alcoliche, che tra l’altro molti altri utenti hanno visto e tentato di imitare, visto che i video delle “imprese” vengono regolarmente messi su facebook. Ed è proprio sul social network che i partecipanti vengono reclutati, visto che chi posta una clip tagga subito un altro utente per sfidarlo e coinvolgerlo così nel gioco; se lo sfidato non accetta di scendere in campo in 24 ore, viene sbeffeggiato e messo alla berlina dagli altri partecipanti.
Ovviamente i gestori di facebook sono finiti sotto accusa, ma un portavoce ha detto che il social network è una piattaforma attraverso la quale scambiarsi contenuti liberamente. “Non tolleriamo contenuti che possano ferire direttamente altri utenti – ha fatto sapere facebook – ma i comportamenti discutibili o offensivi non sono necessariamente contro le nostre regole. Incoraggiamo le persone a segnalare tutto ciò che secondo loro viola le regole, così da poter esaminarlo e prendere provvedimenti”.