campagne

Sulla fame non si specula, online il nuovo sito

10 Aprile Apr 2014 1222 10 aprile 2014

Grazie ai promotori della campagna è da oggi aperto uno spazio sul web in cui discutere su cibo e finanza e trovare notizie e aggiornamenti in vista del grande appuntamento di Milano, Expo 2015. Obiettivo, ottenere regole che tutelino il diritto al cibo dalle speculazioni finanziarie senza limiti sui beni alimentari

  • ...
Kit Campagna Fame
  • ...

Grazie ai promotori della campagna è da oggi aperto uno spazio sul web in cui discutere su cibo e finanza e trovare notizie e aggiornamenti in vista del grande appuntamento di Milano, Expo 2015. Obiettivo, ottenere regole che tutelino il diritto al cibo dalle speculazioni finanziarie senza limiti sui beni alimentari

Un blog su cibo e finanza, con notizie e aggiornamenti in vista di un grande appuntamento a Milano, Expo 2015. È online da oggi all’indirizzo sullafamenonsispecula.org e a lanciarlo sul web è la rete di cittadini e associazioni che hanno dato vita all'omonima campagna di sensibilizzazione e informazione che, insieme ad altre simili in tutta Europa e in Nord America, chiede regole che tutelino il diritto al cibo dalle speculazioni finanziarie senza limiti sui beni alimentari.
“Il portale Sullafamenonsispecula.org è un’iniziativa di informazione partita dal basso che si avvale di firme di giornalisti professionisti ma che vuole essere anche un esperimento di citizen journalism, un blog aperto al confronto e al contributo di voci che partono da diverse prospettive” afferma Emanuela Citterio, ideatrice della campagna e del blog.
“Il nostro obiettivo è un sito internet che sia in grado di raccogliere tutte le notizie più aggiornate in materia, diventando un punto di riferimento per il dibattito su questo tema” afferma Giorgio Bernardelli, giornalista del Pime e portavoce della campagna.
Il sito è nato grazie al contributo delle associazioni ed enti locali che sostengono la campagna “Sulla fame non si specula”: Acli, Fondazione Culturale Responsabilità Etica, Intervita, Ipsia Trento, Link 2007, Comune di Milano e Provincia autonoma di Trento. Alla campagna hanno aderito singoli cittadini, enti locali, media e altre numerose organizzazioni del Terzo settore fra cui: ACRA, Altromercato, Banca Etica, Cesvi, Coopi, Coldiretti, CoLomba, Focsiv, Ipsia, Legambiente, Mag2 Finance, Mani Tese, Slow Food, Terre di Mezzo, Unimondo, VITA, Volontari per lo sviluppo, WWF; fra gli enti locali: Comune di Milano, Regione Lombardia, Provincia autonoma di Trento.