Bandi

Fondo Gianesini: 100mila euro per 4 borse di studio

26 Giugno Giu 2015 1815 26 giugno 2015

UniCredit Foundation e Università degli Studi di Verona lanciano la seconda edizione dell'iniziativa filantropica destinata a laureati, dottorandi o dottori di ricerca in Scienze Economiche e Medicina

  • ...
Ricerca Getty Images
  • ...

UniCredit Foundation e Università degli Studi di Verona lanciano la seconda edizione dell'iniziativa filantropica destinata a laureati, dottorandi o dottori di ricerca in Scienze Economiche e Medicina

UniCredit Foundation insieme a Università degli Studi di Verona, lanciano la seconda edizione del Bando Fondo Gianesini, iniziativa filantropica che si propone di finanziare quattro borse di studio destinate a laureati, dottorandi o dottori di ricerca: due del Dipartimento di Scienze Economiche e due della Scuola di Medicina e Chirurgia.

Le borse di studio, del valore di 25.000 euro ciascuna, verranno assegnate a quattro progetti di ricerca da realizzarsi all’estero della durata fra i 9 e i 12 mesi, selezionati da una commissione nominata dall’Università, più un membro esterno nominato da UniCredit Foundation.

I vincitori saranno nominati entro il 30 novembre 2015 e saranno premiati durante una cerimonia ufficiale che si terrà nel mese di dicembre 2015 all’Università degli Studi di Verona.

«La promozione sociale dei giovani passa anche attraverso l’alta formazione», ha affermato Maurizio Carrara, Presidente di UniCredit Foundation. «È per questo motivo che, insieme all’Università di Verona, abbiamo deciso di organizzare la seconda edizione del Bando "Fondo Gianesin" che, come nel 2014, è reso possibile grazie al prezioso supporto di un filantropo veronese».

«Il finanziamento di quattro borse di studio», spiega Nicola Sartor, Rettore dell’Università di Verona, «rinnovato anche quest’anno attraverso il Bando “Fondo Gianesini” e dedicato a laureati e dottorati del nostro Ateneo, attesta che la filantropia trova perfetta attuazione proprio là dove sono i giovani ad usufruire della generosità del filantropo. Data la qualità della formazione e della ricerca su cui si concentrano i nostri sforzi, credo che l’Università di Verona meriti la fiducia di cui questa lodevole iniziativa è espressione».

Contenuti correlati