Uildm

70 sezioni, 20mila utenti, 3mila volontari e un impegno: esserci #tuttiigiorni

9 Settembre Set 2015 1046 09 settembre 2015

Dal 14 al 20 settembre UILDM lancia la sua prima Settimana delle Sezioni

  • ...
UILDM 2015
  • ...

Dal 14 al 20 settembre UILDM lancia la sua prima Settimana delle Sezioni

Con gli hashtag #tuttiigiorni e #mettiamoleali, l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) lancia la prima edizione della Settimana delle Sezioni UILDM. Dal 14 al 20 settembre i soci e i volontari dell’Associazione saranno in piazza e organizzeranno eventi per raccontare l’impegno quotidiano di quanti lottano contro le malattie neuromuscolari e raccogliendo fondi per potenziare la loro attività, al motto di “Mettiamo le ali ai nostri Territori”. L’evento, spiega Carlo Fiori, consigliere nazionale con delega alla raccolta fondi, «ha l’obiettivo offrire sostegno e visibilità alle nostre realtà locali, per andare incontro ai loro bisogni, sottolineando una volta di più come la loro presenza e incisività sui territori, e il loro essere in prima linea, sia per la vita della UILDM assolutamente essenziale». Le Farfalle della Solidarietà, distribuite sui banchetti e durante gli eventi e disponibili on-line a fronte di un contributo di 5 euro, aiuteranno in questo impegno.

«Sono entrata in UILDM perché cercavo informazioni e ho trovato una seconda famiglia. Per me famiglia significa sostegno e condivisione - dei miei vissuti e di quelli degli altri membri UILDM - attraverso cui cerchiamo di risolvere i problemi quotidiani della vita di tutti noi», dice Stefania, di UILDM Modena. «UILDM esiste per cercare e dare risposte concrete alle domande delle persone con disabilità, quelle risposte che non possono trovare da sole. Noi continueremo ad impegnarci e a lottare per il diritto alla vita, alla salute e al lavoro, per il raggiungimento della piena dignità e inclusione sociale», le fanno eco Alessandra e Massimiliano, di UILDM Gorizia.

#tuttiigiorni non è solo un hashtag, e mettere in fila qualche numero aiuta a capirlo. UILDM, nata nel 1961, è impegnata sul fronte della ricerca scientifica, dell’informazione sanitaria e su quello sociale per l’abbattimento di tutte le barriere innalzate verso le persone con disabilità. Oggi è presente sul territorio con 70 Sezioni che svolgono un’importante funzione sociale e di assistenza. Sono oltre 20.000 le persone che usufruiscono dei suoi servizi: un’attività quotidiana molto intensa, resa possibile grazie a una base di oltre 10.000 soci e a un bacino di circa 3.000 volontari che insieme, tra le molte cose, ogni anno percorrono decine di migliaia di chilometri alla guida di un centinaio di mezzi attrezzati per il trasporto di persone con disabilità, tutti i giorni.

Oltre il 90% delle Sezioni UILDM offre servizi di Segretariato Sociale ad ampio raggio mentre la totalità promuove iniziative volte all’abbattimento di tutte le barriere, culturali e architettoniche, sui rispettivi territori. Circa l’80% delle Sezioni svolge un lavoro di assistenza, gestendo direttamente, o in stretta collaborazione con le strutture universitarie e socio-sanitarie di base, Centri di riabilitazione e offrendo servizi di consulenza genetica e sostegno psicologico, per una presa in carico globale sia delle persone con disabilità sia delle famiglie. Convegni, seminari, momenti di aggiornamento e formazione su temi medico-scientifici, politiche sociali e diritti sono altre delle iniziative che le Sezioni UILDM promuovono regolarmente.

Sempre di più, inoltre, i servizi offerti da UILDM si caratterizzano come veri e propri servizi alle comunità, grazie a un forte radicamento delle sezioni sui territori e a una partecipazione attiva alle reti di volontariato locali: un lungo elenco di attività complementari che vanno dal sostegno pomeridiano per i compiti, ai corsi di Musicoterapia per persone con problematiche di coordinazione pneumofonica, e molto altro ancora, #tuttiigiorni.

Contenuti correlati