Sanità

Mobilità sanitaria, nasce l'info point per trovare un alloggio

22 Settembre Set 2015 1447 22 settembre 2015

Il progetto A casa lontani da casa, che ha creato una rete di alloggi a prezzi sostenibili per i familiari dei pazienti che arrivano in Lombardia da fuori regione, si arricchisce oggi di un Info Point fisico. Sarà all'Istituto Nazionale dei Tumori, gestito dai volontari delle quattro associazioni

  • ...
Cucina Donna CYRIL FOLLIOT:AFP:Getty Images)
  • ...

Il progetto A casa lontani da casa, che ha creato una rete di alloggi a prezzi sostenibili per i familiari dei pazienti che arrivano in Lombardia da fuori regione, si arricchisce oggi di un Info Point fisico. Sarà all'Istituto Nazionale dei Tumori, gestito dai volontari delle quattro associazioni

Apre oggi ufficialmente a Milano l’InfoPoint di “A Casa Lontani da Casa”, dentro l’Istituto Nazionale dei Tumori. L’Info Point sarà un nuovo punto di riferimento per i migliaia di malati che ogni anno, da tutta Italia, raggiungono le strutture di assistenza della Lombardia per essere curati: il solo Istituto Nazionale dei Tumori di Milano accoglie ogni anno 6mila persone con problemi oncologici, provenienti da tutte le regioni d’Italia.

«Il servizio fornito dell’InfoPoint "A Casa Lontani da Casa" rappresenta un aiuto fondamentale ai familiari dei pazienti che devono fermarsi a Milano per le cure nel nostro Istituto e in altri ospedali milanesi», ha detto il Presidente dell’INT Giuseppe De Leo. «Ci onora sapere che l’Istituto è il primo ospedale milanese a inaugurare lo sportello e ci auguriamo che lo stesso servizio possa essere replicato in altre strutture sanitarie della città», ha aggiunto il Direttore Generale dell’INT, Gaetano Cosenza.

Il progetto “A Casa Lontani da Casa” è nato nel 2013 grazie a quattro onlus, PROMETEO, AVO Milano, LILT Milano, CasAmica: il suo obiettivo è creare una rete di accoglienza per fornire un aiuto immediato e concreto a chi cerca un alloggio a costi contenuti, dovendo rimanere a Milano per assistere un famigliare ricoverato in ospedale per un lungo periodo o che deve restare in città per terapie ravvicinate nel tempo.

La “rete di accoglienza” già esistente è accessibile attraverso un portale dedicato (www.acasalontanidacasa.it) e un call center (800161952): oggi nasce un punto di contatto diretto con il pubblico, nei locali situati nella zona del CUP dell’Istituto Nazionale dei Tumori, all’ingresso dell’Istituto di via Venezian, 1. L’InfoPoint sarà gestito da volontari delle quattro associazioni e rimarrà aperto tutti i giorni, al mattino e al pomeriggio.

La dottoressa Laura Gangeri, presidente di PROMETEO, in rappresentanza delle quattro associazioni di “A Casa Lontani da Casa” spiega: «La nostra rete è estremamente grata all’istituto Nazionale dei Tumori che da sempre ha manifestato una grande sensibilità. L’INT è il primo ospedale legato alla realtà della rete: ci auguriamo che, grazie all’InfoPoint, il progetto possa essere sempre più di aiuto a chi arriva a Milano per farsi curare e non ha le possibilità economiche per affittare un alloggio in città».

CYRIL FOLLIOT/AFP/Getty Images

Contenuti correlati