Social award 2015

I premi di Sodalitas dimostrano che la sostenibilità è la vera innovazione

30 Settembre Set 2015 1440 30 settembre 2015

A Palazzo Mezzanotte di Milano sono stati consegnati gli 8 premi del riconoscimento della Fondazione. Come ha sottolineato Diego Basso, responsabile del Premio, «l’insieme delle iniziative candidate contribuisce a far luce sull’impegno quotidiano di quelle imprese, istituzioni e organizzazioni che rappresentano la parte più propositiva e innovativa del Paese»

  • ...
Schermata 2015 09 30 Alle 15
  • ...

A Palazzo Mezzanotte di Milano sono stati consegnati gli 8 premi del riconoscimento della Fondazione. Come ha sottolineato Diego Basso, responsabile del Premio, «l’insieme delle iniziative candidate contribuisce a far luce sull’impegno quotidiano di quelle imprese, istituzioni e organizzazioni che rappresentano la parte più propositiva e innovativa del Paese»

La 13esima edizione del Sodalitas Social Award segna un grande cambiamento con il passato. Un cambiamento che è rappresentato anche dal cambio di sede, per la prima volta la kermesse si svolge infatti al Palazzo Mezzanotte, sede storica della Borsa di Milano. Il premio ha deciso di guardare maggiormente e con più convinzione all'economia e all'impresa in senso stretto.

Basta scorrere gli otto progetti vincenti per farsene un 'idea: Gruppo Filo diretto che offre assistenza medica 24 ore su 24 grazie all’Innovazione digitale. Coop Lombardia che realizza un percorso di Economia circolare per recuperare gli scarti alimentari. Consorzio Melinda che realizza la Terza rivoluzione industriale conservando la frutta in ambiente ipogeo. E poi il Comune di Predaia che offre un esempio di Economia della condivisione fondendo 5 Comuni preesistenti. Bracco che sviluppa una
Smart community puntando sulle donne per far crescere l’economia del Benin. Sky Italia che prepara i giovani al Lavoro portando la media literacy nelle scuole italiane e l'Associazione Teatrale Trentina valorizza le Diversità facendo lavorare giovani disabili nei teatri. C'è anche Solvay che è stata scelta come Best in class per aver sostituito i solventi con l’acqua nelle batterie al litio.

“Progetto organizzativo di fusione di cinque Comuni”, del Comune di Predaia
Un processo di fusione Il Progetto ha permesso il superamento di 5 realtà comunali mediante con la costituzione del nuovo Comune di Predaia, con un’estensione di 80 Kmq e costituito da 14 frazioni. Un processo esclusivamente organizzativo che non ha intaccato le identità storiche e culturali delle singole popolazioni ma ha rafforzato un senso di appartenenza. Il progetto - finalizzato ad una razionalizzazione della struttura organizzativa e ad un’ottimizzazione delle risorse - ha permesso di registrare: minori costi della politica mediante diminuzione degli amministratori e diminuzione delle indennità corrisposte (121.504,00 € annui), minori costi per spese di personale dirigenziale (118.000,00 € annui), incentivi economici regionali (285.000,00 € annui per 10 anni, in diminuzione per altri 10 per spese correnti).

Tutte le categorie dei premi sono state sono state ridisegnate proprio attorno ai driver da cui più
dipende la capacità di generare una Crescita Sostenibile.

«L’insieme delle iniziative candidate all’Edizione 2015 del Sodalitas Social Award contribuisce a far luce
sull’impegno quotidiano di quelle imprese, istituzioni e organizzazioni che rappresentano la parte più propositiva e innovativa del Paese», ha spiegato Diego Basso, Responsabile del Premio per Fondazione Sodalitas.

Analizzando i contenuti di tutte le candidature all’Edizione 2015 del Sodalitas Social Award che GfK Eurisko ha realizzato l’approfondimento “Imprese e organizzazioni responsabili per una crescita sostenibile. Il
profilo di un’Italia che c’è”, presentato durante l’evento dal Vicepresidente dell’Istituto di ricerca Paolo Anselmi.

“Progetto C.I.ME. - Celle Ipogee di Melinda” di Consorzio Melinda
Melinda dispone del primo e unico impianto al mondo realizzato per la frigo conservazione di frutta fresca in ambiente ipogeo e in condizioni di atmosfera controllata. L’impianto è situato all'interno della miniera di Rio Maggiore ed è stato realizzato scavando circa 90.000 m3 di Dolomia, in modo da poter disporre di 12 celle per la conservazione di 10.000 tonnellate di mele all'anno. La conformazione del sottosuolo permette di sfruttare appieno il potere isolante della roccia, generando importanti benefici e risparmi in termini di energia elettrica (-50%), raffreddamento iniziale (-10%), mantenimento (-85%). Il progetto comporta inoltre una riduzione dell’impronta ambientale e del consumo di acqua, a cui si aggiunge l’azzeramento ell’inquinamento acustico e un impulso all'economia locale con creazione di posti di lavoro e sinergie con le industrie.

Il report delinea le 8 caratteristiche distintive delle organizzazioni capaci di cogliere i segnali più evoluti nella
cultura e nella pratica della Sostenibilità:

  • · definitivo superamento dell’approccio “filantropico”
  • · piena integrazione della sostenibilità nella visione, nella strategia e nelle operazioni
  • · utilizzo esteso di ricerca e tecnologia, in una prospettiva di “innovation with a purpose”
  • · ricerca consapevole di un approccio multistakeholder
  • · crescente convergenza “Green-Social” tra responsabilità sociale e sostenibilità ambientale
  • · focalizzazione su riduzione degli sprechi e uso ottimale delle risorse
  • · nuova attenzione alla Scuola e all’educazione dei giovani
  • · consapevolezza del valore strategico del capitale umano

Le imprese con queste caratteristiche sono quelle più avanzate e sostenibili. E fondano sul loro essere sostenibili una maggiore capacità competitiva.

“LIFE+ GLEE: Green Solvent-Free Li-ion Batteries”, di Solvay
I processi di produzione di batterie al litio impiegano solventi con impatto ambientale rilevante per profilo tossicologico e quantità. Solvay ha brevettato il processo che "sostituisce" i solventi con acqua. L'impianto pilota LIFE+ GLEE, co-finanziato dalla Commissione Europea, è realizzato e visibile nel Campus Solvay di Bollate (MI), sede della Direzione mondiale di Solvay Specialty Polymers e di uno dei più importanti laboratori di ricerca del Gruppo. Il processo LIFE+ GLEE effettua la protezione del catodo, fase essenziale che rende possibile produrre batterie al litio senza solventi, migliorando il processo sia dal punto di vista del recupero e riciclo dei materiali (con attesa riduzione dei costi operativi fino al 30%), sia dal punto di vista dell’esposizione dei lavoratori e dell’impatto ambientale. Studi preliminari di laboratorio mostrano che un elettrodo preparato con questa nuova tecnologia ha prestazioni superiori rispetto ad uno preparato con i metodi tradizionali. LIFE+ GLEE costituisce una concreta applicazione di Solvay Way, l’approccio di Solvay alla sostenibilità.

La conferma arriva anche dai dati più recenti sul punto di vista degli investitori istituzionali, presentati durante l’evento da Laurent Babikian, Direttore France & Benelux del network internazionale CDP-Carbon Disclosure Project.

La rendicontazione e le informazioni agli investitori sugli aspetti non finanziari (ESG-Environmental Social
Governance) sono ancora insufficienti, benchè i rischi non finanziari rappresentino il 60% dei rischi che l’azienda si trova complessivamente a gestire.

Ma il mercato premia le aziende più evolute: nel periodo 2010-2014 le aziende più efficaci nella gestione della performance non finanziaria hanno registrato un rendimento azionario mediamente superiore del 3.29% rispetto ai normali indici di Borsa.

Come ogni anno tutti i progetti candidati all’Edizione 2015 del Sodalitas Social Award sono raccolti nel Libro d’oro della Responsabilità Sociale d’Impresa e sono consultabili su Sodalitas Social Solution, il database online sulla CSR più completo a livello europeo.

Contenuti correlati