Cronaca

Il cordoglio di Fondazione ANT per la tragedia di Taranto

8 Giugno Giu 2016 1721 08 giugno 2016

Fondazione Ant si stringe ai congiunti di Luigi Alfarano e Federica De Luca per la tragedia che ha travolto le loro famiglie. Alfarano, dipendente amministrativo della fondazione, ha ucciso a colpi di pistola la compagna Federica e il loro bambino di quattro anni. Poi si è tolto la vita

  • ...
O VIOLENZA Facebook
  • ...

Fondazione Ant si stringe ai congiunti di Luigi Alfarano e Federica De Luca per la tragedia che ha travolto le loro famiglie. Alfarano, dipendente amministrativo della fondazione, ha ucciso a colpi di pistola la compagna Federica e il loro bambino di quattro anni. Poi si è tolto la vita

Dopo il fatto di cronaca dell’omicidio di Federica De Luca a Taranto l’associazione Ant Italia Onlus esprime il suo cordoglio per l’avvenuto in un breve comunicato stampa rilasciato oggi. Luigi Alfarano, l'omicida-suicida lavorava come dipendente amministrativo per la fondazione.

«Il fondatore e il presidente di Fondazione Ant Italia Onlus Franco e Raffaella Pannuti», si legge nel comunicato, «si stringono ai congiunti di Luigi Alfarano e Federica De Luca per l’immane tragedia che ha travolto le loro famiglie. In qualità di dipendente amministrativo, Luigi Alfarano ha contribuito allo sviluppo logistico e alla promozione delle attività di Ant a Taranto, dove ogni giorno la Fondazione nata a Bologna nel 1978 e presente in Puglia dagli anni ‘80 assiste gratuitamente 400 malati di tumore».
«Siamo senza parole», commenta da Bologna Raffaella Pannuti, figlia del fondatore Ant Franco Pannuti.

Federica de Luca, 30 anni, arbitro di pallavolo Fipav è stata trovata morta in un appartamento di via Montefusco, Taranto. Ammazzata a colpi di pistola dal marito Luigi Alfarano, 50 anni ,dipendente amministartivo della fondazione Ant. Dopo l’omicidio Alfarano ha ucciso il loro figlio di quattro anni e poi si è tolto la vita; i loro corpi, però, sono stati ritrovati dagli agenti della polizia in un’altra abitazione; nelle vicinanze della statale 106, in località Chiatona.

Non si conoscono i moventi dell’omicidio, si parla di un violento litigio. La coppia, a quanto pare, era in fase di separazione e i coniugi non si erano presentati all’udienza in programma questa mattina.

Contenuti correlati