Firma Lega Filo Doro 07
Lega del Filo d'Oro

Nuovo Centro Nazionale, firmata la convenzione

11 Luglio Lug 2016 1029 11 luglio 2016
  • ...

Lega del Filo d'Oro e Regione Marche, alla presenza del Ministro Lorenzin, hanno firmato la convenzione che stanzia oltre 7 milioni di euro per la costruzione del Nuovo Centro Nazionale di Osimo, il più importante progetto mai realizzato per garantire cura e assistenza alle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.

I presidenti della Regione Marche Luca Ceriscioli e della Lega del Filo d’Oro Francesco Marchesi, alla presenza del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, hanno firmato la convenzione per la realizzazione del nuovo Centro Nazionale della Lega del Filo d’Oro. Regione e Ministero destinano al nuovo Centro 7,2 milioni di euro, tra fondi nazionali e regionali, secondo quanto previsto dall’Accordo dello scorso marzo. Altri 28 milioni di euro sono già stati raccolti dalla Lega del Filo d’Oro, con le proprie capacità.

«La Lega del Filo d’Oro accoglie con somma gratitudine i fondi stanziati per la realizzazione del nuovo Centro di Osimo. Questo momento rappresenta uno dei passi più importanti nella storia dell’Associazione e testimonia come la stretta collaborazione tra istituzioni e associazioni del terzo settore possa essere un esempio per raggiungere obiettivi, dare sempre maggiori e tempestive risposte ai bisogni delle persone sordocieche e delle loro famiglie e poter aumentare la nostra capacità di assistenza», ha dichiarato Francesco Marchesi, presidente della Lega del Filo d’Oro.

Il nuovo Centro Nazionale raccoglierà in un unico polo di alta specializzazione tutti i servizi della Lega del Filo d’Oro in Osimo, oggi dislocati in 15 edifici diversi. I lavori di costruzione per la realizzazione del primo lotto sono in corso e dovrebbero terminare entro l’estate 2017. Con questa nuova struttura la Lega del Filo d’Oro incrementerà i posti letto per i ricoveri a tempo pieno, che passeranno da 56 a 80 (+43%), e quelli per la degenza diurna che arriveranno a 20 (con un aumento del 33%). Saranno raddoppiati i posti del centro diagnostico (da 4 a 8) e, di conseguenza, dimezzati i tempi di attesa per la valutazione iniziale.

«La Lega del Filo d’Oro è una realtà straordinaria e la possibilità di vedere realizzata una nuova sede, più ampia, che offra maggiori servizi rispetto a quelli che già dà, con più qualità e accoglienza, è una cosa importante per la nostra regione», ha sottolineato il presidente Ceriscioli. «Grazie al ministro Lorenzin abbiamo sbloccato 7,2 milioni di investimenti che si aggiungono ai 28 che la Lega è già riuscita a raccogliere con le proprie capacità. Nel giro di un anno la nuova sede sarà pronta. A differenza delle normali opere pubbliche, è stata dimostrata una grande capacità realizzativa. Con la firma di oggi diamo sostanza a questo percorso e superiamo qualche preoccupazione che era nata per la lentezza con la quale siamo arrivati alla fase finale. Offriamo a tante persone della nostra regione e del resto d’Italia, perché la Lega è veramente un centro di riferimento nazionale, la certezza di poter contare su un grande servizio».

Oggi in Italia le persone affette da problematiche legate sia alla vista che all’udito sono 189mila, pari allo 0,3% della popolazione italiana. La Lega del Filo d'Oro è presente in 8 regioni.

Contenuti correlati