Ilva Operaio Di Spalle
Taranto

Quel commovente abbraccio al poliziotto

1 Agosto Ago 2016 1600 01 agosto 2016
  • ...

La foto postata su Facebook dall'Agente Lisa, la poliziotta virtuale protagonista dei social network, ritrae una manifestante che abbraccia un poliziotto durante la manifestazione e spiega «siamo tutti vittime dell'Ilva»

La strada è inondata di perosne e dal sole di agosto. Tra il gruppo di manifestanti in piazza contro Renzi e l'Ilva c'è anche lei. Una donna che si stacca dal gruppo e va verso i poliziotti. Si avvicina a uno di loro e lo abbraccia. Questo racconta la foto che accompagna l'ultimo post dell'Agente Lisa, la poliziotta virtuale di Facebook.

"Io lo so che siete anche voi con noi, lo so. Perché siete padri, fratelli, siete come gli operai dell'Ilva: portate il...

Geplaatst door Agente LISA op zaterdag 30 juli 2016

La donna è una delle mamme che venerdì sono scese in piazza con altri parenti e amici di persone impegnate a combattere contro il tumore: è stata lei per prima a postare on line l'immagine, accompagnata da poche, emozionanti parole

Io lo so che siete anche voi con noi, lo so. Perché siete padri, fratelli, siete come gli operai dell'Ilva: portate il pane a casa. Poveri cristi, come noi

Quelle parole, e quella immagine, sono state oggi riprese dall'Agente Lisa: «Anche il mio collega, un vice sovrintendente del Reparto mobile di Taranto - scrive - è uscito da questa terribile esperienza e mi ha detto: “Quando ho letto quel cartello (“Siamo tutti #048”, il codice di esenzione per i malati oncologici, ndr) ho provato un colpo al cuore, in un attimo ho ripercorso quei momenti brutti e mi sono commosso. Non sono riuscito a trattenere le lacrime sotto il casco, la signora deve aver intuito qualcosa e mi ha abbracciato. Oggi mi sento un miracolato - ha continuato il mio collega - e fortunato per aver avuto sempre tanti colleghi che mi sono stati vicino”».