Cantiere Justin Sullivan:Getty Images
Anmil

Sicurezza sul lavoro il tema del premio giornalistico Di Donato

21 Ottobre Ott 2016 1017 21 ottobre 2016
  • ...

C'è tempo fino al 15 novembre per partecipare alla quinta edizione del riconoscimento dedicato allo scrittore autore di "Cristo tra i muratori". La novità di quest'anno l'assegnazione di sei premi, due per ogni sezione: carta stampata, radio e internet

È intitolato a Pietro di Donato il premio giornalistico dedicato al tema della sicurezza sul lavoro patrocinato da Anmil. Per partecipare c’è tempo fino al 15 novembre. Il Premio Giornalistico “Pietro di Donato” è promosso dal Comune di Taranta Peligna (CH).
La notorietà dello scrittore tarantolese costretto, dopo la morte del padre, a lavorare come muratore per mantenere la madre e i suoi otto fratelli, “esplose” nel 1939 con la pubblicazione del suo primo romanzo "Cristo tra i muratori", definito dalla critica contemporanea “uno dei più grandi romanzi proletari di tutti i tempi”, in cui racconta la tragica morte del padre Geremia, operaio edile deceduto sul cantiere il Venerdì Santo del 1923, e dal quale è stato tratto il film “Cristo fra i muratori” di Edward Dmytryk con Sam Wanamaker e Lea Padovani.

Novità di quest’anno è l’assegnazione di 6 premi (un primo ed un secondo posto per ogni sezione – carta stampata, radio-tv e internet) a quanti si saranno distinti nella realizzazione di un articolo o un’inchiesta su carta stampata, tv, radio o internet, aventi per tema la sicurezza in ambiente di lavoro. Le produzioni giornalistiche ammesse dovranno essere datate tra il 21 settembre 2015 e il 15 novembre 2016 e spedite entro il 15 novembre 2016.
Sarà la Giuria - composta da Fausto Bertinotti, già presidente della Camera dei Deputati e presidente di Giuria; Tiziano Treu, ex ministro del Lavoro e componente del Cnel; Enzo Jacopino, giornalista e presidente dell’Ordine dei Giornalisti e la giornalista Lucia Annunziata, - a scegliere i vincitori, cui verranno riconosciuti un premio di 2.000 euro per i primi classificati e uno di 500 euro per i secondi classificati, che dovranno essere ritirati nel corso di una Cerimonia che si terrà nel pomeriggio del 26 novembre a Taranta Peligna.

«Siamo fortemente convinti che questo Premio meriti di essere portato avanti - commenta il presidente nazionale Anmil, Franco Bettoni - perché si tratta di un tema molto scomodo e tutti quei giornalisti che contribuiscono a sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica verso il drammatico fenomeno degli infortuni sul lavoro meritano un riconoscimento, e al sindaco di Taranta Peligna Marcello va la nostra massima stima per l’impegno nel portare avanti questo Concorso».

«A questo Premio nazionale – conclude il presidente Bettoni - ci auguriamo partecipino giornalisti da ogni città d’Italia poiché la sicurezza negli ambienti di lavoro deve essere oggetto di un impegno concreto e condiviso da tutti».

Il premio ha l’Adesione della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (in corso di acquisizione), dell’Anci e dell’Anmil, in collaborazione con Inail Nazionale, Inail Abruzzo, Enel SpA, Ordine dei Giornalisti, Cia (Confederazione Italiana Agricoltori), presentato questa mattina alla Camera dei deputati, alla presenza dell’On. Maria Amato e del sindaco di Taranta Peligna Marcello Di Martino.

Per informazioni, regolamento e modulo di adesione: www.premiopietrodidonato.it

In apertura foto di Justin Sullivan/Getty Images

Contenuti correlati