Helloquence Unsplash
Innovazione

Big data & non profit insieme per lo sviluppo

10 Novembre Nov 2016 1303 10 novembre 2016
  • ...

Tutto esaurito per il secondo worksop del progetto pilota "Dati per il sociale e lo sviluppo" in programma venerdì 11 novembre alla Cariplo Factory di Milano. Si parlerà di "Data for development". Coordinato da Fondazione Isi il programma è promosso da Fondazione Cariplo, Fondazione Crt e Compagnia di San Paolo. Il terzo workshop è in programma a dicembre sui "Data for Social Innovation"

Ancora una volta un workshop dedicato a “Dati per il sociale e lo sviluppo” – progetto pilota coordinato da Fondazione Isi è sold out. Dopo l’appuntamento torinese di ottobre dal titolo “Data for Good” è la volta di quello milanese (venerdì 11 novembre alla Cariplo Factory di via Bergognone 34 a Milano) dal titolo Data for development. Il progetto - nell’ambito del programma “Innovazione per lo sviluppo”, promosso da Fondazione Cariplo, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo - esplora le possibilità e le prospettive di un avvicinamento tra la data science e il mondo del non profit.
Il tutto esaurito ai due workshop è vista dai promotori come la conferma del "grande interesse che il tema suscita nella comunità scientifica e del non profit in Italia".

«Esiste un'opportunità offerta della tecnologia che può aiutare le organizzazioni che si occupano di cooperazione internazionale e non solo e creare opportunità di rafforzamento», dice Sergio Urbani, Dg di Fondazione Cariplo. «Il progetto “Innovazione per lo sviluppo”, che abbiamo fortemente voluto e condiviso con Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT, vuole offrire alla cooperazione una riflessione e delle opportunità concrete, in diversi ambiti, in un’ottica di open innovation, con nuovi contenuti a basso costo alla cooperazione. La componente sperimentale sui dati è poi estremamente strategica. Una nuova alleanza tra scienza, privato e non profit per rispondere alle sfide pressanti dello sviluppo».

Dopo l'appuntamento di ottobre che era servito per introdurre ad associazioni e fondazioni il movimento dei “data for good”, il workshop in programma venerdì 11 novembre a Milano permetterà di entrare nel vivo della conversazione, ragionando su alcune tematiche di attualità e sulle possibilità di immaginare nuovi scenari grazie al contributo dell'innovazione scientifica basata sui dati. La giornata sarà suddivisa in due parti. In mattinata, si alterneranno i keynote talk dei quattro ospiti: Giulio Quaggiotto di Nesta (UK), Erin Akred di DataKind (San Francisco, USA), Natalia Adler di Unicef e Josephine Goube di Techfugees (London, UK). Dopo la formazione dei gruppi di lavoro e il pranzo, il pomeriggio sarà caratterizzato dalle discussioni a tema, concentrate su tre aree: salute, agricoltura, acqua e sicurezza alimentare, e infine, migranti, richiedenti asilo

«Il workshop seguirà il principio della partecipazione e del confronto», spiega Ciro Cattuto, direttore scientifico di Fondazione ISI e coordinatore del Data Science Lab dell'istituto torinese. «Non ci si limiterà ad ascoltare gli interventi degli speaker, ma tutti i presenti saranno invitati a unirsi alla discussione. I problemi su cui si ragionerà saranno molto attuali e si cercherà di individuare soluzioni tanto innovative quanto concrete e percorribili, in un settore che – in particolare in Italia – è ancora tutto da esplorare».

“Dati per il sociale e lo sviluppo” è un percorso pilota organizzato e coordinato scientificamente dalla Fondazione ISI di Torino per la ricerca di nuove soluzioni tecnologiche nel campo della cooperazione internazionale e del sociale. Il terreno d'azione di una delle componenti del progetto (che si occupa anche di fabbricazione digitale, open innovation e formazione, capacity building degli operatori e delle organizzazioni) è quello della scienza dei dati, un'area di ricerca che è stata per anni oggetto esclusivo delle comunità scientifiche specializzate, ma che oggi – complici l'espansione dei Big Data e le prospettive della Internet of Things (30 miliardi di dispositivi connessi entro il 2020) – viene considerata come leva strategica in molti ambiti della società.
Il ciclo di appuntamenti si chiuderà venerdì 16 dicembre a Torino, presso la Compagnia di San Paolo, con Data For Social Innovation.

Contenuti correlati