Nph In Farmacia Colombari
Fondazione Rava

Il 18 novembre tutti "In farmacia per i bambini"

16 Novembre Nov 2016 1848 16 novembre 2016
  • ...

Lanciata la quarta edizione della giornata di raccolta di farmaci da banco, alimenti per l'infazia e altri prodotti pediatrici che allo stesso tempo punta a sensiblizzare sui diritti dei bambini alla vigilia della Giornata mondiale dei Diritti dell'Infanzia. Obiettivo del'iniziativa portare un aiuto concreto ai bambini che vivono in povertà sanitaria in Italia e ad Haiti. Anche Martina Colombari indosserà la pettorina dei volontari

Un arcipelago solidale capace di incrementare un meccanismo virtuoso fatto di volontariato aziendale, sorrisi e desiderio di aiutare. Così Mariavittoria Rava ha definito il meccanismo che da quattro anni sta alla base di un’iniziativa solidale che vede la Fondazione Francesca Rava – Nph Italia promotrice di “In farmacia peri bambini”. Una giornata di raccolta di farmaci da banco e prodotti pediatrici che quest’anno hanno due obiettivi primari: sostenere l’ospedale Saint Damien di Haiti e le popolazioni terremotate del centro Italia.

La conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa a Palazzo Marino

L’iniziativa torna venerdì 18 novembre in 1300 farmacie di tutta Italia, di queste 340 in Lombardia e oltre 100 nella sola Milano. Oggi a Palazzo Marino la presentazione ufficiale di questa quarta edizione che, l’assessore Majorino ha definito «significativa perché alla vigilia della giornata mondiale dei diritti dei bambini. L’infanzia ha il diritto di vivere bene e dignitosamente e questo progetto non è retorico perché promuove la salute». L’assessore comunale ha anche ricordato come tra le farmacie aderenti vi siano anche quelle comunali. La presentazione è stata anche l’occasione per annunciare l’ambrogino ad Annarosa Racca, presidente di Federfarma e l’intitolazione di una clinica di strada in uno degli slum più poveri di Haiti a Martina Colombari, testimonial e volontaria della Fondazione in questa iniziativa fin dalla prima edizione. «Mi ha cambiato la vita» ha raccontato la showgirl. «Sono una persona più consapevole, come mamma e donna sono molto vicina alle problematiche dell’infanzia, i diritti dei bambini sono molto importanti» Per Colombari l’importanza di sostenere la clinica pediatrica di Nph ad Haiti è fondamentale: «un bambino su tre ad Haiti non arriva ai cinque anni. Iniziative come questa sono molto importanti perché i risultati poi ci sono, bastano piccoli gesti».

Gesti come quello di indossare una pettorina da volontario venerdì 18 novembre e a questo gesto parteciperanno oltre 1800 volontari, tra loro anche molti dipendenti di aziende che hanno scelto questo come momento di volontariato aziendale. Tra quanti hanno partecipato fin dalla prima edizione Kpmg «da noi è diventata un’iniziativa virale», ha ricordato Giovanni Rebay, partner Kpmg «saremo presenti in tutti Italia». A fianco della Fondazione Rava anche partner istituzionale come Federfarma e Cosmofarma e aziende che in tutto il territorio italiano coinvolgeranno i propri dipendenti e collaboratori in una gioranta di volontariato d'impresa, oltre a Kpmg, si possono contare Mellin, Chicco, Lierac, EcoEridania e Chiesi d’impresa.

La presidente di Federfarma Racca ha espresso la speranza che l’iniziativapossa «raddoppiare. Le farmacie hanno partecipato e partecipano con grande impegno» e rivolgendosi alla stampa presente ha aggiunto «dite alla gente di entrare in farmacia. Si possono donare farmaci da banco, alimenti, prodotti destinati alla cura dei bambini tutto andrà ad Haiti e nelle zone terremotate».Tra i volontari in pettorina, ha annunciato Mariavittoria Rava ci saranno anche i cadetti dell’Accademia navale di Livorno «di volontari abbiamo sempre bisogno».

A quanti entreranno in farmacia sarà distribuito un crucipuzzle sui diritti dei bambini, tra i quali viene sottolineato quello alla vita dopo la nascita, che viene difeso dal progetto “ninna ho” contro l’abbandono neonatale promosso da Fondazione Rava e Kpmg. I prodotti raccolti, saranno donati oltre che all’Ospedale Saint Danien di Haiti e alle zone terremotate a 270 enti che in Italia aiutano i bambini in povertà sanitaria.

Le farmacie aderenti all’iniziativa possono essere trovate online anche con la geolocalizzazione

Contenuti correlati