FLS0122
ActionAid

Presenze record per la Convention 2016

28 Novembre Nov 2016 1759 28 novembre 2016
  • ...

Valori dello sport, donne, uguaglianza di genere, profughi e cooperazione allo sviluppo: l'impegno di ActionAid, sotto i riflettori nello scorso fine settimana, è passato anche dalle favelas durante le Olimpiadi di Rio e da azioni dirette in vari Paesi del mondo. Ecco il racconto dell'evento milanese

Grande successo di pubblico. La Convention ActionAid 2016, svoltasi sabato 26 novembre a Milano all’Auditorium Testori, alla partecipazione di oltre 350 tra soci, attivisti e sostenitori e protagonisti del mondo dello sport e dello spettacolo, ha visto una partecipazione oltre le aspettative. L’appuntamento, che ha tracciato un bilancio del lavoro di ActionAid in occasione di eventi globali come i Mondiali 2014, l’Expo 2015 e le Olimpiadi 2016, è stato anche un’opportunità per guardare al 2017, che vedrà l’Italia assumere la presidenza del G7, e rilanciare l’impegno di ActionAid a favore dei diritti delle donne e dell’uguaglianza di genere.

Nel suo intervento, il Direttore generale per la Cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Pietro Sebastiani, ha ricordato che sono stati raggiunti “risultati importanti contro la fame nel mondo e dobbiamo esserne orgogliosi. L’Agenda Onu 2030 e i nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile si applicano a tutti i paesi e pongono nuove sfide, anche al nostro. Ognuno può dare il proprio contributo ma non basta essere solidali, è necessario essere professionali. Mi conforta sapere che dietro le istituzioni ci siano persone e organizzazioni della società civile come ActionAid”.

Antonio Rossi, Assessore allo Sport e Politiche per i giovani della Regione Lombardia ha sottolineato l’importanza dello sport per la “crescita e i valori che può trasmettere”, e ha ricordato - tra gli interventi della Regione a favore dello sport - la misura “Dote sport”, un contributo per evitare che la famiglie in difficoltà taglino dal bilancio familiare le attività sportive. Il CT della nazionale di calcio femminile e coordinatore di tutte le nazionali Antonio Cabrini ha avvertito che “nello sport, come nella vita di tutti i giorni, ci sono grandi pregiudizi sulle donne, tanto che si tende a considerare lo sport femminile non professionistico ma dilettantistico. Le nuove generazioni stanno colmando questo gap tra uomo e donna, anche grazie ad associazioni come ActionAid”.

La Convention2016, svolta con il patrocinio della Regione Lombardia e del Comune di Milano, è stata la tappa di un percorso che sta delineando gli sforzi e gli obiettivi di ActionAid per il futuro. Molti i personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo presenti all’evento – condotto e moderato da Eleonora Daniele – per ascoltare o raccontare in prima persone storie di cambiamento. Tra questi Carlton Myers, conduttore televisivo con una carriera di successi nella pallacanestro; il comico e presentatore Enrico Bertolino; l’attrice Anna Ferzetti; il nuotatore Federico Bocchia e la ginnasta e Cavaliere al merito della Repubblica Italiana, Anzhelica Savrayuk. I testimonial Andrea Lucchetta e Marco Delvecchio hanno partecipato con un videomessaggio, mentre i The Jackal, gruppo di videomaker tra i più popolari del Web, hanno presentato l’anteprima di un nuovo video realizzato per ActionAid.

Protagonista della seconda parte della Convention è stata la prima edizione del Premio ActionAid per il cambiamento, che ha valorizzato lo sport come potente strumento di riscatto e affermazione - con una particolare attenzione alle donne - attraverso i quattro valori che identificano la mission dell’organizzazione: crescere, collaborare, decidere e partecipare. Le Women In Run - running network al femminile contro la violenza di genere – hanno ricevuto il riconoscimento per la Sezione Collaborare. Per la Sezione Partecipare, il premio è stato consegnato alle Belve Neroverdi, squadra femminile di rugby dell’Aquila che promuove l’integrazione sociale e l’uguaglianza di genere. Gli altri riconoscimenti sono stati assegnati al Coni (Sezione Decidere) - rappresentato dal Direttore Marketing e Sviluppo Diego Nepi Molineris e da Carlton Myers - per l’impegno al fianco di ActionAid, e a Eleonora Daniele (Sezione Crescere) per la sua capacità di sensibilizzare il pubblico e di avvicinarlo ai problemi reali.

Contenuti correlati