Solidarity Salt
Mondo

Solidarity Salt, quando l’integrazione si fa con il sale

23 Febbraio Feb 2017 1501 23 febbraio 2017
  • ...

Solidarity Salt è una nuova impresa sociale che emancipa le donne rifugiate in Grecia attraverso la vendita di sale marino, sviluppando allo stesso tempo l’economia locale.

Solidarity Salt è una nuova impresa sociale in Grecia che ha lo scopo di migliorare la condizione delle donne migranti che arrivano nel Paese, dando loro un lavoro, una formazione, e consentendo loro di costruirsi una nuova vita per se stesse e per la loro famiglia.

L’idea è nata a due imprenditrici greche, Vivian Karavia e Elissavet Koulouri, che hanno deciso di avviare un nuovo social business, coinvolgendo le donne migranti, che selezionano il miglior sale del mare greco e lo mettono in un pacchetto fatto a mano. Ciascun pacchetto ha un messaggio con la storia della donna che l’ha fatto.

Perchè le donne?
«Secondo Kofi Annan “Non c’è strumento di sviluppo più efficace dell'empowerment femminile”. L’UNHCR ha riconosciuto che oggi le donne rifugiate sono al centro della soluzione alla crisi odierna intorno al mondo. Se ricevono il supporto di cui hanno bisogno e sono trattate come partecipanti attive e dinamiche, le rifugiate dimostrano di non ricevere passivamente assistenza ma di essere soggetti produttivi e resilienti.»

Perchè il sale marino greco?
«Il nostro scopo è di crescere e diventare un food brand per vendere una serie di prodotti. Ma iniziamo con il sale greco, che è un sale da intenditori. E’ totalmente naturale, non processato, non raffinato e rende il gusto del cibo semplice davvero fantastico. E’ anche un simbolo del pericoloso viaggio via mare che più di 1 milione di migranti hanno fatto per entrare in Grecia.»

In un paese in cui la disoccupazione è un problema serio, le due innovative imprenditrici hanno costruito un modello in cui non solo beneficiano le donne migranti, ma anche l'economia locale. Comprando il sale dalla greca Salinas, Solidarity Salt assicura che sia la popolazione locale sia i rifugiati possono beneficiare del progetto. Solidarity Salt rappresenta uno dei primi modelli in Grecia che crea occupazione e che costruisce uno schema replicabile per altri business futuri.
Il prodotto al momento è venduto attraverso rivenditori al minuto, e un servizio per abbonati.

Contenuti correlati