Welfare in Azione

Il percorso di empowerment: un volano per trovare lavoro

20 Aprile Apr 2017 1642 20 aprile 2017

Nella provincia di Cremona, un programma di sostegno alla ricerca di occupazione sta aiutando i giovani a trovare lavoro

  • ...
0923Fb77 2E45 4A5b 9323 B6d27f5a0429 Medium
  • ...

Nella provincia di Cremona, un programma di sostegno alla ricerca di occupazione sta aiutando i giovani a trovare lavoro

Un percorso di empowerment lavorativo per giovani senza occupazioni. È così che si presenta “Tu puoi!”, l’iniziativa lanciata nell’ambito di Fare Legami, il progetto sostenuto dal bando “Welfare di comunità” di Fondazione Cariplo. Negli ultimi 12 mesi la Provincia di Cremona ha organizzato sul territorio 8 percorsi, arrivando a coinvolgere 137 giovani senza lavoro. Un programma composto da una sessione d’aula e una di counselling individuale che punta ad offrire alle persone nuovi strumenti per la ricerca di un’occupazione in una società dove il mondo del lavoro è in costante cambiamento. Ottimi i risultati: il 44% dei partecipanti ha infatti avuto un’esperienza lavorativa a seguito dell’empowerment, per il 13% si è trattato di tirocini extracurriculari, per il 22% di rapporti di lavoro a tempo determinato e per il 9% a tempo indeterminato. In media tra la fine del percorso e l’inizio dell’esperienza lavorativa trascorre un lasso di tempo tra 1 e 7 mesi.

Diversa la provenienza dei partecipanti, il 68% è in carico ai Centri per l’Impiego della Provincia, una percentuale inferiore, il 23% è in carico al Servizio Agenzia InformaGiovani del Comune di Cremona, mentre una minima parte (il 10%), non risulta in carico a nessun operatore. “L’esperienza di FareLegami mostra concretamente come siano cambiate le politiche di Welfare messe in campo nelle nostre realtà.” Ha dichiarato Stefania Bonaldi, Sindaco di Crema. “L’assistenzialismo ha lasciato il posto ad azioni rivolte a progettualità volte ad affrancare le persone, nella convinzione che ciascuno abbia potenzialità da poter mettere in gioco per uscire da situazioni di difficoltà. Oggi il tema del lavoro è centrale e tutte le politiche sociali non possono che muoversi in questa direzione.”

Il programma ha previsto anche un’attività di scouting e per 35 partecipanti è stato anche attivato un Patto GenerAttivo, ovvero un intervento di supporto specifico del valore di 2.000 euro, che FareLegami ha introdotto come strumento per contrastare la vulnerabilità della situazione che può condizionare una persona. “Allargare le politiche di welfare integrandole con i percorsi per l’autonomia economica, è uno degli obiettivi principali del Progetto FareLegami,” ha spiegato Mauro Platè, Assessore al Welfare di Comunità del Comune di Cremona, capofila di Fare Legami, sottolineando che questo sta consentendo di migliorare le modalità di lavoro dei singoli servizi, attraverso la costruzione di sinergie interistituzionali e con il terzo settore, nella convinzione che la promozione sociale della persona passi anche per l’inclusione lavorativa e che il supporto ad essa si possa costruire attraverso un approccio multidisciplinare.

Foto: Unsplash

Contenuti correlati