Chiocciola Ludde Lorentz Unsplash
Adempimenti

La quota dovuta per la revisione biennale delle cooperative

21 Giugno Giu 2017 1156 21 giugno 2017
  • ...

I parametri in base ai quali le cooperative sociali devono effettuare i versamenti in base al Decreto del 3 marzo 2017 del ministero dello Sviluppo economico per il biennio 2017-2018

Le cooperative sociali sono tenute al versamento, da effettuare entro 90 giorni dall’11 aprile 2017, per il biennio 2017-2018 della quota dovuta per le spese relative alla revisione a cui dovranno essere sottoposte, così come stabilito dal Decreto del 3 marzo 2017 del ministero dello Sviluppo economico. Gli importi sono stati stabiliti considerando i seguenti parametri: il numero dei soci, il capitale sottoscritto, ed il fatturato al 31 dicembre 2016. Le cooperative potranno, se associate ad una confederazione (Es. Legacoop., Confcooprative, etc.), essere revisionate da persone preposte a tale compito dalle singole associazioni di rappresentanza.
(in allegato lo schema dei contributi dovuti)

Qualora dovesse essere superato solo uno dei parametri stabiliti, scatta l’obbligo del pagamento riferito alla fascia successiva. La modalità per procedere al pagamento del contributo sono differenti a seconda che lo stesso venga effettuato nei confronti delle Associazioni nazionali di rappresentanza (Legacoop, Confcooperative, etc) oppure nei confronti del Ministero dello sviluppo economico. Nel primo caso saranno le Associazioni di categoria ad indicare ai loro associati le modalità per effettuare il versamento; mentre il pagamento effettuato nei confronti del Ministero dello Sviluppo Economico dovrà essere effettuato utilizzando il modello F24.

Se la cooperativa decide di effettuare il pagamento direttamente al Ministero dello Sviluppo Economico dovrà utilizzare il Mod.F24 precompilato reperibile all’indirizzo internet http://cooperative.mise.gov.it

Nel caso in cui il pagamento venisse effettuato in ritardo, oppure venisse addirittura omesso totalmente o parzialmente, la cooperativa subirà una sanzione pari al 30% del contributo non versato, maggiorata di interessi semestrali pari al 4,50% dello stesso contributo omesso. Se invece il pagamento dovuto per la revisione non dovesse essere effettuato entro il biennio di riferimento, la cooperativa rischia la cancellazione dal registro prefettizio e dallo schedario generale della cooperazione.

In apertura foto di Ludde Lorentz/Unsplash

Allegati