AISLA Presentazione Piemonte
Aisla

Arriva in 150 piazze "Un contributo versato con gusto"

14 Settembre Set 2017 1148 14 settembre 2017
  • ...

Domenica 17 settembre si celebra la X Giornata nazionale sulla Sla e in tutta Italia saranno a disposizione oltre 12mila bottiglie di vino Barbera d'Asti Docg. I fondi raccolti aiuteranno l'associazione a sostenere le attività gratuite a sostegno delle persone con Sla. L'iniziativa ha il sostegno di Regione Piemonte, Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e Unione Industriali

“Un contributo versato con gusto” questo il nome che contraddistingue l’evento di piazza della X Giornata nazionale sulla Sla promossa da Aisla (Associazione italiana Sclerosi laterale amiotrofica) che – domenica 15 settembre – vedrà 300 volontari in 150 piazze italiane (qui l'elenco). Obiettivo dell’iniziativa è raccogliere fondi da destinare al sostengo delle persone colpite da Sla che in Italia sono oltre 6mila. Il nome dell’iniziativa nasce dal fatto che ai banchetti saranno offerte oltre 12mila bottiglie di Barbera d’Asti Docg di tipologia superiore. Un vino nato da uve selezionate e che si ottiene con un affinamento di 12 mesi, di cui almeno sei in botti di legno, cui segue un periodo di maturazione in bottiglia. A fianco dell’associazione in questa iniziativa ci sono Regione Piemonte, Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e l’Unione industriale della provincia di Asti.

Ieri i a Torino la presentazione ufficiale dell’iniziativa. «L’alleanza e l’amicizia che ci legano al Piemonte, alle sue istituzioni e ai suoi imprenditori, ci rendono più forti e ci permettono di raggiungere e aiutare un numero sempre maggiore di persone colpite dalla Sla», ha sottolineato il presidente di Aisla Massimo Mauro. «Dal 2013 a oggi, grazie a oltre 450mila euro di donazioni raccolte con la Giornata nazionale, Aisla ha potuto aiutare oltre 200 famiglie».

I fondi raccolti nei 150 banchetti (grazie a un’offerta di 10 euro si potrà ottenere una bottiglia di Barbera d’Asti Docg) saranno utilizzati da Aisla, presente sul territorio italiano con 63 rappresentanze territoriali in 19 regioni, per sostenere e rafforzare le attività gratuite a sostegno delle persone con Sla. Tra queste l’Operazione sollievo: un progetto che prevede il sostegno alle persone con Sla attraverso consulenze psicologiche, legali e fiscali gratuite e aiuti concreti per le famiglie in difficoltà.

Da parte sua l’assessore all’Agricoltura, caccia e pesca della Regione Piemonte, Giorgio Ferrero ha commentato: «Ancora una volta si rinnova il legame tra uno dei grandi vini del Piemonte e l’attività dell’Aisla. Sapere che la Barbera diventa per un giorno testimonial e strumento per la raccolta di fondi benefici ci riempie di orgoglio, e sottolinea la generosità di tanti produttori che anche quest’anno fanno la loro parte a fianco di Aisla». Il ringraziamento alle aziende consorziate che anche quest’anno «hanno risposto con entusiasmo alla fornitura delle 12mila bottiglie destinate alla raccolta fondi della Giornata nazionale sulla Sla» è arrivato da Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. «Siamo orgogliosi che la Barbera d’Asti Docg possa essere il simbolo di questa iniziativa di cui, insieme con la Regione, la Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e l’Unione industriali della Provincia di Asti, abbiamo il piacere di essere partner».

Il presidente Mario Sacco ha ricordato che la fondazione Cassa di Risparmio di Asti «oltre a dare il proprio aiuto al comitato locale per supportare le famiglie dei malati è partner di Aisla fin dalla prima edizione della Giornata nazionale, sostenendo la raccolta fondi a favore dei numerosi progetti che vengono realizzati per i malati di Sla e anche quest’anno» ha concluso, «non poteva mancare a dare il suo contributo all’iniziativa che partita da Asti si svolge su tutto il territorio nazionale».
A chiudere gli interventi Paola Malabaila, presidente dell’Unione industriali della Provincia di Asti, organizzazione che ha ricordato è «da sempre sensibile ai temi della solidarietà e spesso già in passato ha sostenuto iniziative rivolte al sociale. Quest’anno abbiamo deciso di sostenere il progetto Aisla. Poter sostenere una così importante manifestazione, che mette in evidenza un prodotto del nostro territorio, rientra appieno tra gli obiettivi del “Progetto vino” che da ormai alcuni anni la nostra Unione sta portando avanti. Attraverso questo progetto, la nostra associazione punta, mettendo in campo annualmente iniziative che spaziano dalla ricerca e sviluppo, all’innovazione, alla formazione ed alla promozione territoriale a valorizzare tutta la filiera produttiva vinicola e, più in generale, l'intera economia della nostra Provincia».

Fino al 2 ottobre inoltre è attivo il numero solidale 45515 attraverso il quale è possibile donare 2 euro con un sms oppure 2 o 5 euro da rete fissa. I fondi raccolti serviranno a sostenere il progetto di ricerca clinica Promise, vincotore del Bando 2013 di Arisla, Fondazione italiana di ricerca sulla Sla. Lo studio di fase II ha l’obiettivo di testare l’efficacia del Guanabenz, un farmaco che agisce per contrastare l’accumulo patologico di proteine all’interno delle cellule e favorire l’eliminazione delle proteine alterate.

Nella foto in apertura da sinistra Malabaila, Ferrero, Mauro, Mobrici e Sacco, durante l'incontro di Torino

Contenuti correlati