Mediterraneo

Moas premiata con l’H.E.R.O Award

6 Novembre Nov 2017 1245 06 novembre 2017

Un premio per riconoscere l’impegno dell’Ong e l’efficacia del lavoro di squadra nelle operazioni di ricerca e soccorso in mare è quello assegnato a Moas dall’International Maritime Rescue Federation. Un riconoscimento che arriva nell’ennesima settimana nera del Mediterraneo, dove un numero imprecisato di donne e uomini hanno perso la vita

  • ...
Isman Francesco Malavolta MOAS
  • ...

Un premio per riconoscere l’impegno dell’Ong e l’efficacia del lavoro di squadra nelle operazioni di ricerca e soccorso in mare è quello assegnato a Moas dall’International Maritime Rescue Federation. Un riconoscimento che arriva nell’ennesima settimana nera del Mediterraneo, dove un numero imprecisato di donne e uomini hanno perso la vita

Un premio per riconoscere l’impegno di Moas nei salvataggi in mare, è l’ H.E.R.O. Award assegnato all’organizzazione fondata da Christopher e Regina Catrambone nel 2014 dall’International Maritime Rescue Federation nella categoria “Outstanding Team Contribution to a Maritime SAR Operation” per il rimarchevole lavoro di squadra svolto durante le operazioni di ricerca e soccorso, in particolare per la missione portata a termine durante il weekend di Pasqua quando l’equipaggio SAR ha dovuto assistere fino a 1800 persone in pericolo.

“Siamo felici che il nostro lavoro di squadra abbia ricevuto un riconoscimento così importante dal parte dell’International Maritime Rescue Federation”, ha detto Regina Catrambone al termine della cerimonia di consegna dei premi presso il RNLI College in Poole, Dorset, UK. “Negli ultimo 3 anni, abbiamo salvato ed assistito oltre 40mila bambini, donne e uomini nel Mediterraneo e nell’Egeo. Lo scorso Agosto abbiamo sospeso le nostre attività SAR per concentrare tutta la nostra energia, impegno e dedizione ad assistere in Rohingya in fuga da violenze e persecuzioni in Myanmar per cercare rifugio in Bangladesh. Proprio in Bangladesh abbiamo aperto la nostra prima MOAS Aid Station a Shamlapur per garantire assistenza medica e aiuti umanitari di cui c’è un disperato bisogno”.

L’assegnazione del premio è arrivata nel corso di un’altra settimana nerissima per il Mediterraneo dove nel corso di 48 ore sono state salvate oltre 1200 persone in numerose operazioni di ricerca e soccorso ma un numero imprecisato di donne e uomini hanno perso la vita in mare.

Contenuti correlati