Beach Blue Clouds 272640
Disabilità

La sfida sull'oceano di Andrea Stella è un libro

10 Luglio Lug 2018 1719 10 luglio 2018
  • ...

Il velista e imprenditore veneto racconta il progetto WoW - Wheels on Waves, Ruote sulle onde, realizzato con il gruppo della onlus "Lo Spirito di Stella" che in questi anni ha permesso a oltre 5mila persone con disabilità di vivere una giornata di mare in carrozzina. WoW è stato una traversata da Miami a Venezia che aveva l'obiettivo per far conoscere la convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità

“Non dare mai per scontate le condizioni del tuo viaggio: sii pronto a ritrovarti a viaggiare solo perché il tuo amore per il viaggio è più forte di ogni condizionamento”. Sono il primo pensiero del primo campitolo di un libro che racconta una sfida, quella di Andrea Stella e del suo progetto WoW- Wheels on Waves, ovvero Ruote sulle Onde, un viaggio di grande valore simbolico, che a maggio del 2017 parte da Miami e termina a Venezia nel mese di settembre: 21 tappe e 21 equipaggi che si alternano, con la presenza di uomini e donne di varia nazionalità in sedia a rotelle, che partecipano attivamente al governo della barca, ai turni di guardia, alla cucina. Si tratta di far conoscere la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità al maggior numero possibile di persone e in più parti del mondo.

Non è il primo progetto oceanico di Andrea Stella che già nel 2004 aveva dato vita a “Back to Usa”, il viaggio dall’Europa a Miami. La città americana è il luogo in cui nel 2000 il velista e imprenditore veneto rimane vittima di un’aggressione a colpi di di arma da fuoco. Sopravvive, ma con una diagnosi di paraplegia agli arti inferiori. Per Stella uscire dalla sua crisi ha coinciso con il ritorno alla sua passione per il mare e la vela. Fa realizzare il primo catamarano al mondo senza barriere architettoniche e fonda l’associazione lo Spirito di Stella, onlus impegnata in progetti a favore delle persone con disabilità. In questi anni ha dato vita a diverse iniziative, da Spirito Libero al concorso di idee Pensare e progettare per tutti rivolto ad architetti e progettisti per un design inclusivo.

Ora esce il suo secondo libro "Sfida sull'oceano. Un'eccezionale impresa di mare in sedia a rotelle", con il primo nel 2010 (anno della sua seconda traversata oceanica) ha vinto il Premio Bancarella Sport con il volume autobiografico “Due ruote sull’Oceano”
Il progetto WoW ha grande visibilità e coinvolge media, sponsor e testimoni illustri. A New York, Andrea Stella viene ricevuto dal Segretario generale dell’Onu António Guterres che di suo pugno sottoscrive la Carta. Attraverso l’oceano, in una navigazione non priva di rischi, la Convenzione raggiunge il Mediterraneo e viene consegnata nelle mani di papa Francesco in Vaticano. Molti altri sono stati gli incontri, fino allo spettacolare ingresso dello Spirito di Stella, scortato dalla nave scuola Amerigo Vespucci – da molti considerata la più bella del mondo –, dentro il Bacino San Marco.

La prefazione del volume (Edizioni San Paolo 2018, pp. 208, euro 18 - nell'immagine la copertina) è di Mauro Pelaschier, coach di Mascalzone Latino in Coppa America nel 2007. Nel testo Pelaschier ricorda il suo primo incontro con Andrea Stella che lo aveva coinvolto nel progetto Back to Usa: «Durante la nostra navigazione mi confessò che in realtà non era stato così facile ripartire. Per me navigare voleva dire competere; per Andrea navigare voleva dire riprendersi la vita». Il breve testo di Pelaschier che si firma “Uomo di mare” si chiude con il più classico degli auguri tra uomini di mare “Buon vento”.

In apertura foto Pexels

Contenuti correlati