Calcio

Ronaldo, un campione anche di filantropia

11 Luglio Lug 2018 1814 11 luglio 2018

Il giocatore portoghese neoacquisto della Juventus è da sempre in prima line nel donare cifre milionarie a enti non profit ed esserne testimonial, in particolare nelle azioni solidali verso bambini disagiati. Nel 2017 ha partecipato a un video di Save the children per la Giornata mondiale del rifugiato

  • ...
Ronaldo Syria
  • ...

Il giocatore portoghese neoacquisto della Juventus è da sempre in prima line nel donare cifre milionarie a enti non profit ed esserne testimonial, in particolare nelle azioni solidali verso bambini disagiati. Nel 2017 ha partecipato a un video di Save the children per la Giornata mondiale del rifugiato

Per un tifoso juventino è più facile. Ma anche qualsiasi tifoso di qualunque altra squadra non può obiettare di fronte a un dato di fatto: Cristiano Ronaldo, calciatore portoghese neoacquisto della Juventus, è il giocatore che al mondo fa più filantropia. Somma svariati milioni di dollari la cifra che Ronaldo, sportivo più pagato al mondo - guadagnava 450mila euro alla settimana al Real Madrid, è andato alla Juventus con un’operazione di 112 milioni di euro in 4 anni che a lui porterà 500mila euro settimanali - ha donato a varie cause nel corso degli anni oltre ad altre azioni benefiche legate alla propria immagine.

Eccone otto di queste scelte, che spesso lo stesso Ronaldo racconta in prima persona dalle sue pagine di social network (e che di recente il quotidiano inglese The Sun ha ben raccolto) non per vanagloria ma per veicolare messaggi di attivismo sociale verso le fasce più deboli della popolazione.

1. Nel 2011, dopo avere visto la Scarpa d’oro, ha venduto tale premio in un’asta pubblica e ha donato l’enorme ricavato, 1,4 milioni di euro, a enti non profit che hanno ricostruito scuole bombardate nella Striscia di Gaza.

2. Lo stesso ha fatto nel 2013 con il Pallone d’Oro appena vinto. A Londra, nella cena di gala per la Fondazione Make-A-Wish, ha venduto all’asta il trofeo ricavando 700mila euro dati poi a Make-a-wish per i propri progetti di supporto a bambini malati terminali.

3. Sempre nel 2013, vincendo il premio di calciatore Uefa dell’anno, ha donato le 100mila euro guadagnate alla Croce rossa internazionale.

4. Da diversi anni Ronaldo è testimonial per le ong Save the Children, Unicef e World Vision: nel 2014 ha diviso tra i tre enti non profit il premio di 600mila euro avuto dal Real Madrid per avere vinto la Champions League. Per Save the Children, inoltre, ha partecipato anche al video del 2017 per la Giornata mondiale del rifugiato, denunciando i crimini contro l’umanità in atto nella guerra in Siria soprattutto verso i bambini, da lui definiti “i veri eroi”.

5. “Tutti possiamo fare la differenza, donando il sangue”, ripete spesso CR7. In vari Paesi è testimonial della donazione, e di recente, alla notizia dell’arrivo alla Juventus, è diventato immagine della nuova campagna pubblicitaria di una sezione italiana dell’Avis, quella di Bellano. “È con grande orgoglio e con profonda convinzione che l'Avis Comunale di Bellano, dopo le prime voci trapelate a giugno, annuncia la partnership che legherà il sodalizio bellanese al più grande fenomeno in attività a livello calcistico: il bomber della nazionale portoghese Cristiano Ronaldo”, scrive l’associazione in una nota ripresa dalla Gazzetta dello Sport, che aggiunge: “I primi contatti tra la multinazionale farmaceutica Abbott (detentrice dei diritti per questa campagna di incremento delle donazioni a livello mondiale) e i legali di Ronaldo che ne curano l'immagine, hanno gettato le basi per il sodalizio. L'immagine di Avis con CR7 apparirà su striscioni con i contatti utili per diventare nuovi donatori e come pubblicità su un pullman di linea. A ciò si aggiungerà un filmato che comparirà sul sito internet e sui social”.

6. Dopo il terremoto del Nepal dell’aprile 2015 Ronaldo ha donato un’ingente cifra per le attività legate alla ricostruzione, anche se in questo caso la cifra ufficiale non è stata resa nota.

7. Nel 2007, dopo che la propria madre è sopravvissuta a un cancro al seno, Ronaldo ha donato alla struttura che l’ha curata 150mila euro.

8. In svariate occasioni il giocatore portoghese ha dato prova di ottima umanità volendo incontrare fan colpiti da diverse malattie e, comunque, fermandosi spesso ad abbracciare e salutare i fan che lo attendono fuori dai campi da gioco o all’arrivo con il pullman nei luoghi in cui poi giocherà. Ovviamente è uno fra i tanti, Basta digitare “Ronaldo fan” in un motore di ricerca per vedere diversi video che lo ritraggono in atti non legati alla donazione di denaro ma a qualcosa che agli occhi di un bambino può avere altrettanto valore: l’affetto. Come in questo video in cui regala la maglietta con cui si è appena allenato a un piccolo spettatore che inavvertitamente poco prima aveva colpito nel calciare una punizione.