Migration Pixabay
Migranti

Protocollo fra assistenti sociali e UNHCR per i richiedenti asilo più fragili

12 Luglio Lug 2018 1318 12 luglio 2018
  • ...

L'accordo punta a sistematizzare le migliori prassi nell’accesso ai servizi di tutela, con particolare riguardo a minori stranieri non accompagnati, persone vittime di tortura, persone con disagio mentale e altre

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali e l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) hanno siglato un protocollo d’intesa (allegato in fondo all'articolo) per contribuire alla qualificazione del sistema di tutela e integrazione per rifugiati e richiedenti asilo, con particolare riguardo alle persone che portano esigenze specifiche, ad esempio i minori stranieri non accompagnati, le persone vittime di tortura, le persone con disaggio mentale e altre.

La collaborazione tra Ordine degli Assistenti Sociali e UNHCR punta a sistematizzare le migliori prassi nell’accesso ai servizi di tutela, in raccordo con gli altri attori del sistema di asilo, nell’accoglienza e nel percorso di integrazione, nonchè con i servizi di assistenza sanitaria e sociale.

L’accordo di collaborazione, siglato da Gianmario Gazzi, Presidente del Consiglio Nazionale degli Assistenti Sociali e da Felipe Camargo, Rappresentante Regionale dell’UNHCR per il Sud Europa, nasce dalla necessità di garantire effettiva protezione a rifugiati e richiedenti asilo attraverso sinergie e mutuo coinvolgimento nelle attività di comune interesse, con particolare attenzione alla promozione del loro ascolto e della loro partecipazione, veicolo indispensabile per l’esercizio dei loro diritti.

Foto Pixabay

Contenuti correlati