Camion1
Migrazioni

Libia, sei bambini e due adulti morti intossicati in un camion di trafficanti

16 Luglio Lug 2018 1807 16 luglio 2018
  • ...

Lo ha scoperto il Dipartimento di sicurezza della città di Zuwara dopo una segnalazione anonima. Il mezzo si trovava nei pressi del complesso petrolifero di Mellita e trasportava nella cella frigorifera per pesci un centinaio di persone migranti di diversa provenienza

Mentre dalle prime testimonianze delle 450 persone fatte sbarcare questa notte a Pozzallo arrivano racconti di almeno altre quattro vite perse in mare prima del salvataggio – giovani somali che si sono buttati dal barcone una volta avvistata in lontananza un’altra imbarcazione – dalla Libia arriva un’ulteriore orribile notizia: almeno otto migranti, tra cui ben sei bambini, più una donna e un uomo, sono morti soffocati all’interno di un camion guidato da trafficanti che trasportava illegalmente un centinaio di esseri umani provenienti da diversi Paesi sia del mondo arabo che da Sud Est asiatico e Africa.

A darne notizia la testata libica The Libya Observer. Tra le foto dei sopravvissuti (diffuse sulla propria pagina facebook dal Dipartimento di sicurezza della città costiera di Zuwara) ecco quelle delle persone salvate e di un adulto intossicato ma sopravvissuto per miracolo - così come lo sono altri bambini - ora in un ospedale di Zuwara, dopo essere stati liberati dallo stesso Dipartimento che ora è alla caccia degli organizzatori di questo trasporto assassino. Il ritrovamento del mezzo, parcheggiato senza conducente nei pressi dello grande stabilimento di gas di Mellita è stato possibile grazie a un contatto anonimo che ha segnalato alla polizia la presenza di un “camion di dubbia provenienza” sul luogo. Le persone hanno perso la vita a causa delle esalazioni di carburante all’interno della cella frigorifera (usata normalmente per stoccare pesci) del veicolo.