Gaudioso
Cittadinanzattiva

Abolizione “tassa sulla democrazia”: scelta condivisibile e nella giusta direzione

20 Luglio Lug 2018 2044 20 luglio 2018
  • ...

La notizia comunicata dal Ministro Fraccaro di abolizione della “tassa sulla democrazia”, vale a dire la tassa il cui pagamento viene richiesto per l’occupazione del suolo pubblico anche quando si realizzano raccolte di firme per referendum, petizioni o leggi popolari, secondo Antonio Gaudioso «è una scelta che condividiamo completamente e va nella giusta direzione»

La notizia comunicata dal Ministro Fraccaro di abolizione della “tassa sulla democrazia”, vale a dire la tassa il cui pagamento viene richiesto per l’occupazione del suolo pubblico anche quando si realizzano raccolte di firme per referendum, petizioni o leggi popolari, secondo Cittadinanzattiva «è una scelta che condividiamo completamente e va nella giusta direzione». Queste le dichiarazioni del segretario generale Antonio Gaudioso.

«Lavorare per rafforzare gli strumenti di democrazia diretta, rendendoli più semplici e accessibili ai cittadini è una scelta importante e condivisibile», ha aggiunto Gaudioso.«E ragionare su strumenti che rafforzino la partecipazione dei cittadini nella vita pubblica di questo Paese è un tema centrale di dibattito politico se vogliamo ridurre il gap di fiducia tra cittadini e istituzioni che quotidianamente rischia invece di aumentare».

Anche di questi temi si discuterà nel corso della terza edizione del Festival della partecipazione, che si svolgerà a l’Aquila dal 11 al 14 ottobre prossimi, a cui lo stesso ministro Fraccaro è stato invitato, insieme a numerosi interlocutori del mondo delle istituzioni, dell’attivismo civico e dell’imprenditoria.

Contenuti correlati