Infanzia Pexels
Infanzia

A Milano nasce il laboratorio permanente per le politiche 0-18 anni

23 Agosto Ago 2018 1627 23 agosto 2018
  • ...

Uno dei punti di debolezza delle politiche per l'infanzia, si sa, è la loro frammentarietà. Ora Milano crea un luogo per la ricomposizione delle letture e delle proposte. Si chiama “MiLab 0.18”, prevede la partecipazione dei ragazzi stessi e ha l'obiettivo di avviare pratiche operative integrate, flessibili e innovative

Si chiama “MiLab 0.18” ed è il tavolo cittadino dedicato alle politiche per i bambini e gli adolescenti. Vi prenderanno parte tutti gli stakeholder che si occupano di questa tematica, da diversi punti di vista. L’idea è stata lanciata a marzo durante il settimo Forum delle Politiche Sociali e ora diventa realtà con una delibera della Giunta del 2 agosto. MiLab 0.18 vuole essere non un semplice tavolo, ma un vero e proprio laboratorio di confronto fra le diverse organizzazioni che concorrono alla difesa e al potenziamento dei diritti dei più piccoli: «si rende opportuno nella nostra città, già riconosciuta da UNICEF Città Amica dei Bambini nel 2016, l’implementazione e il consolidamento di un lavoro di ricomposizione delle letture sui bisogni e diritti dei bambini e soprattutto l’avvio di pratiche operative integrate, flessibili e innovative tra tutti i soggetti che operano per la promozione, difesa e realizzazione di servizi, interventi, a favore dei bambini, dei ragazzi/e e delle loro famiglie», si legge nelle delibera. «La definizione di “laboratorio” esplicita la precisa volontà di attivare uno spazio stabile di confronto fra le diverse organizzazioni che concorrono alla realizzazione, alla difesa e al potenziamento dei diritti delle bambine/i e delle ragazze/i».

Il tavolo sarà presieduto dall’assessore alle Politiche Sociali Pierfrancesco Majorino, parteciperanno anche la Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Comune Anna Maria Caruso, il Tribunale per i minorenni, la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni, i referenti istituzionali dell’Ufficio scolastico territoriale di Milano, i referenti dell’Ats e delle Asst, i rappresentanti delle associazioni del Terzo settore e quelli delle principali università milanesi, l’ordine degli assistenti sociali della Lombardia, l’associazione degli avvocati della Camera minorile di Milano e la Fondazione diocesana per gli oratori milanesi.

MiLab 0.18 avrà tre livelli: il primo, LABORATORIO DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA, costituisce l’ambito di connessione e consultazione allargata tra le organizzazioni presenti e attive in città e si riunirà due volte all’anno; il secondo, che si incontrerà ogni tre mesi, è il GRUPPO OPERATIVO CENTRALE, il gruppo tecnico-operativo permanente deputato all’organizzazione delle attività del Tavolo/laboratorio e dei Gruppi Temporanei Propositivi; il terzo, GRUPPI TEMPORANEI PROPOSITIVI è costituito da gruppi di studio e proposta pre-progettuali su tematiche specifiche a carattere operativo, aperti a tutti i soggetti e organismi coinvolti a diverso titolo su un tema, un programma, un intervento per volta, producono proposte in tempi contingentati, indicativamente da 3 a 6 incontri ravvicinati».

Foto Pexels