DSC 1189
Albero della Vita

Consegnati i Kit Scolastici ai bambini che vivono in condizioni di povertà

11 Settembre Set 2018 0942 11 settembre 2018
  • ...

La povertà educativa è uno degli aspetti della povertà affrontato dal programma Varcare La Soglia. Sono soprattutto i minorenni provenienti da famiglie svantaggiate dal punto di vista socio economico a subirne le conseguenze più gravi. In Italia quasi la metà dei minorenni in età scolare non ha mai letto un libro, al di fuori di quelli di scuola; il 70% non ha mai visitato un sito archeologico; il 55% un museo; il 45% non ha mai svolto attività sportiva

Consegnati i materiali necessari per l’avvio dell’anno scolastico per i bambini delle famiglie inserite nel programma della Fondazione Albero della Vita Varcare La Soglia di Milano che si occupa di contrasto alla povertà assoluta delle famiglie in Italia (qui i dati Istat con l’ultima fotografia della sulla situazione in Italia).

La povertà educativa è uno degli aspetti della povertà affrontato dal programma Varcare La Soglia. Sono soprattutto i minorenni provenienti da famiglie svantaggiate dal punto di vista socio economico a subirne le conseguenze più gravi. In Italia quasi la metà dei minorenni in età scolare non ha mai letto un libro, al di fuori di quelli di scuola; il 70% non ha mai visitato un sito archeologico; il 55% un museo; il 45% non ha mai svolto attività sportiva.

Durante tutto l’anno scolastico e nel periodo estivo, i bambini, figli delle famiglie accolte nell’ambito del programma Varcare La Soglia, frequentano gratuitamente il laboratorio di sostegno scolastico e partecipano ad attività ludico-didattiche organizzate dallo staff educativo.

Anche quest’anno con la riapertura delle scuole l'équipe educativa del Programma Varcare la Soglia ha preparato dei KIT SCOLASTICI di supporto per tutti i bambini, come augurio per l’anno scolastico che sta iniziando e come supporto al bilancio familiare nell’acquisto del materiale necessario.

Il Kit è stato preparato tenendo conto delle differenti età dei bambini e, quindi, della classe frequentata (il materiale scolastico è differenziato – quaderni, penne-cancelleria varia).

Un’attenzione specifica è stata data anche ai più piccoli che inizieranno nelle prossime settimane a frequentare il nido o il primo anno di scuola materna, ai quali verrà consegnato un kit contenente l’occorrente per il pranzo, la nanna o le attività educative organizzate dalle scuole.

Varcare la Soglia è un ProgrammaNazionaleche da più di 4 anni sta contrastando la povertà in Italiain modo concreto e differente. Fondazione L’Albero della Vita interviene aMilano, Genova, Roma, Catanzaro, Palermo e Napoli per aiutare le famiglie in difficoltà economica a superare il momento difficile e ricostruirsi una vita nuova e felice.

La condizione di povertà si traduce in una problematica serie di condizioni e tensioni che generano vulnerabilità sia economica sia sociale. La povertà priva le famiglie di gran parte di quegli strumenti necessari a fronteggiare la situazione di crisi e le conseguenti difficoltà relazionali che si generano al suo interno. Questo non è imputabile solo al ridimensionamento dei propri mezzi economici, quanto piuttosto alla riduzione della capacità di contenimento della preoccupazione e all’imprigionamento in uno stato di frustrazione costante. Partendo da queste considerazioni, la Fondazione L’Albero della Vita ha deciso di mettere in atto una strategia multidimensionale per contrastare la povertà, puntando a raggiungere due obiettivi nello stesso tempo: valorizzare la ri-attivazione delle risorse della famiglia e favorire lo sviluppo del potenziale dei bambini.

Il modello proposto da Varcare la Soglia si articola attorno a 4 focus principali di intervento: Il primo, propedeutico e trasversale agli altri, di contatto con le famiglie, identificazione delle loro caratteristiche peculiari, definizione del percorso socio-educativo e economico da intraprendere. Il secondo focalizzato sui bambini e sulle bambine, sul loro ruolo all’interno della famiglia, come soggetti di diritto e soggetti attivi all’interno del nucleo famigliare. Il terzo incentrato sul porre le basi per la sostenibilità economica familiarebasata da un lato sul bilancio familiare, dall’altro sul reinserimento lavorativo. Il quarto basato sulla creazione di una rete di protezione di prossimità, ovvero sulla relazione della famiglia con la comunità circostante.

Contenuti correlati