Serv Civile Exodus
Fondazione Exodus

Quattro posti per il servizio civile da don Mazzi

17 Settembre Set 2018 1603 17 settembre 2018
  • ...

Il Progetto “Insieme alla vita” che si svolgerà nella sede milanese della Fondazione è inserito nel bando nazionale per il Scn che scade il prossimo 28 settembre. I giovani selezionati avranno la possibilità di sperimentarsi in un contesto di vita comunitaria e di rete territoriale allargata

C’è anche il Progetto “Insieme alla vita” nel bando attualmente aperto per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale, con scadenza 28 settembre prossimo. Il bando assegnato alla Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza dell’Istituto Don Calabria, da realizzarsi a Milano alla Fondazione Exodus onlus di don Antonio Mazzi, in Viale Marotta 18/20.
«Il Servizio civile è un’esperienza che aiuta a crescere e i ragazzi hanno bisogno di rendersi utili per la comunità, in Italia e nel mondo», afferma don Antonio Mazzi.

Quattro i posti disponibili. L'inizio del Servizio civile è previsto per l'autunno del 2018. La durata è di 12 mesi dalla data di avvio e viene richiesta una presenza di 30 ore settimanali flessibili, dal lunedì al venerdì. I candidati saranno impegnati in attività di affiancamento alle figure educative che si occupano dell’accoglienza e cura delle persone con problemi di dipendenza patologica. ll compenso netto mensile è di 433,80 euro.

Possono partecipare tutti i cittadini italiani maschi o femmine, tra i 18 e i 28 anni all’atto della presentazione della domanda, che presentano formale candidatura presso la sede prescelta. Possono partecipare alla selezione anche cittadini comunitari ed extracomunitari titolari del diritto di soggiorno.


Qui il manifesto realizzato da Fondazione Exodus, in apertura un particolare

La domanda deve essere scaricata, dal sito: www.serviziocivile.gov.it allegati 3-4-5 del Bando e deve essere corredata dal Documento d'identità e Codice Fiscale e da un Curriculum Vitae esaustivo, sotto forma di autocertificazione.

Dopo l’acquisizione delle candidature partiranno le selezioni. Ai candidati sarà comunicata la data per i colloqui, che saranno effettuati a Milano, presso la sede della Fondazione Exodus in viale Marotta 18/20, da una Commissione appositamente costituita.

In una nota la Fondazione ricorda di essersi sempre contraddistinta “per la qualità della formazione offerta ai volontari e per l’accompagnamento effettuato durante tutto l’anno del servizio, al termine del quale sarà rilasciato un attestato dl partecipazione con il riconoscimento delle competenze e degli apprendimenti relazionali acquisiti”.

In particolare, i giovani selezionati avranno la possibilità di sperimentarsi in un contesto di vita comunitaria e di rete territoriale allargata, a contatto di persone a rischio di marginalità sociale, praticando la cittadinanza attiva e rafforzando la propria personalità.

Chi ha avuto modo di partecipare, sostiene che è un’esperienza che “cambia la vita. Tua e degli altri”. Uno degli ultimi rapporti annuali sul Servizio Civile dice che il 20% dei giovani che concludono l’anno di servizio, cambiano in meglio il loro stile di vita. Addirittura il 25% trova occupazione.

Contenuti correlati