Alexander Andrews 394970 Unsplash
Eventi

Sabir sbarca a Palermo

17 Settembre Set 2018 1117 17 settembre 2018
  • ...

La quarta edizione del Festival delle culture mediterranee in programma dall’11 al 14 ottobre si svilupperà attorno alla tematica della “libertà di circolazione” di persone, idee, culture e diritti. Promosso dall’Arci con Acli, Caritas Italiana e Cgil

Dopo Lampedusa 2014, Pozzallo 2016 e Siracusa nello scorso anno, l’edizione 2018 del Festival Sabir si terrà a ottobre (dall’11 al 14) a Palemo nella suggestiva cornice dei Cantieri della Zisa iscrivendosi nell’ambito degli eventi di Palermo Capitale europea della Cultura 2018. Il Festival, giunto alla sua quarta edizione è promosso dall’Arci insieme ad Acli, Caritas Italiana e Cgil con la collaborazione di Asgi, A Buon Diritto, Carta di Roma e i patrocini di Rai, Anci e Comune di Palermo.

Sabir (nella foto il manifesto 2018) si svilupperà attorno alla tematica della Libertà di Circolazione: libertà di circolazione delle Persone, delle Idee, delle Culture e dei Diritti. Come negli anni precedenti, il Festival sarà caratterizzato sia da una folta partecipazione di rappresentanti delle società civile italiana e internazionale, sia da momenti formativi, incontri internazionali, laboratori e appuntamenti culturali di teatro, cinema, letteratura e musica. Il programma è online

Al centro degli incontri internazionali temi sempre più attuali: dalla criminalizzazione della solidarietà alla deriva delle politiche di esternalizzazione delle frontiere, dal ruolo centrale delle città e dei porti solidali alla denuncia del caporalato. Nella giornata di chiusura del Festival è prevista anche un’assemblea fra reti italiane e internazionali per decidere insieme un’agenda delle prossime iniziative.

Come già a Lampedusa, Pozzallo e Siracusa, anche in questa edizione palermitana, il territorio, in particolare i giovani e gli ospiti dei centri di accoglienza, saranno coinvolti attraverso attività laboratoriali (iscrizioni: laboratori@festivalsabir.it )con le scuole durante tutta la durata di Sabir. Il programma culturale permetterà sia di aprire un percorso verso il Festival, grazie all’organizzazione di vari eventi con la popolazione e i migranti presenti nella provincia di Palermo nei giorni precedenti, sia di animare le serate con proiezioni, concerti e performance teatrali.

Nell’ultima edizione ci sono stati oltre 1500 partecipanti, italiani e internazionali, 800 iscritti ai workshop, 50 volontari, 200 studenti presenti alle formazioni e ai laboratori, col coinvolgimento di 60 ragazzi e ragazze dei progetti Sprar gestiti da Arci.

In apertura photo by Alexander Andrews on Unsplash

Contenuti correlati