Max Goncharov 625787 Unsplash
Welfare

Povertà educativa: in arrivo il quarto bando di Con i Bambini

2 Ottobre Ott 2018 1650 02 ottobre 2018
  • ...

Verrà pubblicato intorno alla metà di ottobre il quarto bando di Con i Bambini. Il bando non sarà mirato su una fascia d’età, ma punterà a far emergere le migliori idee innovative per il contrasto della povertà educativa minorile. Il bando in arrivo chiude quindi il primo triennio di attività del fondo sperimentale, di cui ora si auspica un rinnovo

Verrà pubblicato intorno alla metà di ottobre il quarto bando di Con i Bambini, nell'ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Come i precedenti sarà un bando in due fasi, con un primo invio di idee progettuali che dopo la selezione verranno affinate in progetti veri e propri. La novità - anticipa Carlo Borgomeo, presidente di Con i Bambini - è che il bando non sarà mirato su una fascia d’età specifica o su un orientamento preciso ma punterà a far emergere le migliori idee innovative per il contrasto della povertà educativa minorile.

L’impresa sociale “Con i Bambini” è stata costituita il 15 giugno 2016 e ha per oggetto l’attuazione dei programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Questo fondo sperimentale triennale (2016/2018) è nato da una innovativa intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri e il Governo (protocollo d’intesa fu stipulato il 29 aprile 2016), con la collaborazione del Forum Nazionale del Terzo Settore, in attuazione di quanto previsto dalla legge di bilancio 2015: un fondo sperimentale che in tre anni, dal 2016 al 2018, le Fondazioni hanno alimentato con 360 milioni di euro attraverso un meccanismo di riconoscimento del credito d'imposta. Con i Bambini ha pubblicato i primi tre bandi (Prima Infanzia 0-6 anni, Adolescenza 11-14 anni, Nuove Generazioni 5-14 anni) e approvato 80 progetti per la prima infanzia, 86 relativi al Bando Adolescenza e 83 con il Bando Nuove Generazioni. Sono stati sostenuti 249 progetti con un contribuito pari a 202 milioni di euro, che coinvolgeranno 480mila minori e 27.500 organizzazioni tra Terzo settore, mondo della scuola ed enti pubblici. Con le risorse del Fondo per il 2017 sono stati anche stanziati 2,5 milioni di euro a favore delle quattro regioni dell’Italia centrale colpite dal sisma tra il 24 agosto 2016 e il 18 gennaio 2017, aggiuntivi rispetto alle risorse che esse si aggiudicano tramite i bandi standard. Un’ulteriore formula di finanziamento è quella delle “Iniziative in cofinanziamento”, che ha attratto risorse supplementari per gli obiettivi del Fondo, promuovendo iniziative in parte finanziate da altri enti erogatori privati: sono state selezionate 16 idee, presentate da enti cofinanziatori privati, ritenute coerenti con lo spirito dell’avviso, che sono in fase di “traduzione” in progetti esecutivi attraverso un lavoro congiunto con gli uffici di Con i Bambini. Le idee presentate prevedono un finanziamento complessivo di quasi 8,3 milioni di euro. Il quarto bando in arrivo chiude quindi il primo triennio di attività del fondo, di cui ora si auspica un rinnovo.

L’obiettivo del Fondo, esplicitata dall’aggettivo sperimentale era quello di fornire alla politica, alla conclusione dei progetti messi in campo, strumenti conoscitivi per imparare dall’esperienza e migliorare, in una fase successiva, il disegno degli interventi, dopo aver capito se quali hanno funzionato e nei confronti di chi. Questa è fra l’altro una delle motivazioni che ha portato a prevedere una valutazione dell’impatto sociale dei progetti.

Il 5 ottobre intanto alla Camera dei Deputati si concluderà la manifestazione nazionale itinerante #ConiBambini- Tutta un’altra storia, promossa da Con i Bambini per dar conto delle iniziative sviluppate nell’ambito del fondo Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Photo by Max Goncharov on Unsplash

Contenuti correlati