Clem Onojeghuo 381204 Unsplash
Formazione

Imparare a comunicare con il “Non profit Communication Lab”

4 Ottobre Ott 2018 1632 04 ottobre 2018
  • ...

È promosso da Atlantis Company il work shop in programma il 25 ottobre a Milano. Previsti due laboratori pratici che cercheranno di aiutare chi si occupa dell’ufficio stampa di una onp a non sbagliare. Un occhio di riguardo anche alle sfide che i social network lanciano alle organizzazioni. Saranno presentate analisi degli ultimi trend, testimonianze e case history

C’è un modo efficace per comunicare la mission e le attività di un’organizzazione? Una domanda cruciale per chi si occupa di comunicazione in una onp. Ma non è l’unico quesito cui proverà a dare risposte il “Non profit Communication Lab”, workshop organizzato da Atlantis Company il 25 ottobre (Open Milano in viale Montenero, 6). Non sono pochi infatti i dubbi di chi deve affrontare le sfide di chi voglia svolgere un’efficace attività di ufficio stampa, ma anche accettare le sfide o le opportunità offerte dai social network, magari per raggiungere nuovi potenziali donatori.

«La veicolazione di informazioni verso l'esterno e, in particolare, verso i media è fondamentale nel mondo non profit» spiega Alessia De Rubeis, responsabile Communication Unit Atlantis Company. «Comunicare in maniera sbagliata o poco centrata, infatti, non solo sottrae al mondo delle onlus visibilità – elemento vitale per la raccolta fondi e dunque per le attività in favore della causa sociale perorata – ma addirittura può comportare danni molto seri. Le attività di ufficio stampa, infatti, non servono solo per ottimizzare le potenzialità delle associazioni, ma anche e soprattutto per salvaguardarne la reputazione e per prevenire o arginare pericolosissimi crolli di immagine. Proprio al fine di sottolineare questo aspetto, abbiamo scelto di focalizzare la prova pratica del nostro workshop sui rischi che si nascondono dietro una comunicazione inadeguata, insufficiente o improvvisata, al fine di dimostrare quanto un ufficio stampa efficiente non possa mai essere considerato opzionale in nessuna onlus, neanche le più piccole».

Nel corso del work shop non mancherà l’analisi degli ultimi trend, testimonianze e case-history che saranno presentate da esperti del settore. «La sezione teorica della giornata di formazione si svilupperà, intorno alla complessa domanda “Come entrare nei media?”. Forniremo dei consigli per rendere un comunicato stampa “appetibile” e dunque per arginare il rischio, tendenzialmente molto concreto, di “cestinamento” immediato da parte dei giornalisti. Al dibattito prenderanno parte l’ex cronista del Corriere della Sera e attuale direttore della pubblicazione “Il Bullone – Il giornale dei B.Livers” Giancarlo Perego e la giornalista e conduttrice radiofonica di Radio Montecarlo Daniela Ducoli, che, avendo alle spalle un background caratterizzato, rispettivamente, dalla migrazione dal profit al non profit e dal non profit al profit, potranno offrire una visione a 360 grandi del rapporto tra comunicazione e non profit» illustra De Rubeis.

Al corretto utilizzo dei social network è dedicata la seconda parte del Communication Lab «Insieme ad Andrea Albanese, social media marketing e digital communication advisor, spiegheremo come utilizzare questi strumenti in maniera efficace e non controproducente» conclude De Rubeis. «Dopo una panoramica generale incentrata sull'importanza della strategia, ci focalizzeremo sugli errori più frequenti commessi nel social media management delle pagine ufficiali delle associazioni, come quello di trasformare ciò che dovrebbe essere uno spazio di sensibilizzazione e informazione in una mera vetrina di prodotti solidali. La prova pratica di questa sessione sarà dedicata ad uno degli aspetti più insidiosi della gestione di una pagina social: i commenti degli utenti. Spiegheremo, in particolare, come gestire correttamente eventuali commenti negativi da parte degli utenti e metteremo in evidenza quanto siano frequenti gli errori in questo campo».

Tra i relatori dell’evento: Francesco Quistelli, Ceo di Atlantis Company, Daniela Ducoli, giornalista e conduttrice di Radio Montecarlo, Giancarlo Perego, Ex Corriere della Sera, direttore “Il Bullone - il giornale dei B.Livers”, Andrea Albanese, Social Media Marketing e Digital Communication Advisor.
È possibile iscriversi al corso a costo scontato fino al 12 ottobre a questo link
Il corso è consigliato a esperti di comunicazione sociale, social media manager, responsabili e addetti stampa di organizzazioni non profit.

In apertura photo by Clem Onojeghuo on Unsplash