Io Non Rischio Ovada
Anpas

Io non rischio: buone pratiche di protezione civile

5 Ottobre Ott 2018 1552 05 ottobre 2018
  • ...

Sabato 13 e domenica 14 ottobre saranno allestiti punti informativi per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare sui rischi sismici, alluvionali e sui maremoti. La campagna nazionale è giunta alla sua ottava edizione e in Piemonte coinvolgerà un centinaio di volontari in 14 piazze

Il 13 e il 14 ottobre volontari e volontarie di Protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. La campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali è giunta quest’anno all’ottava edizione e vedrà coinvolti in Piemonte 100 volontari in 14 diverse piazze.
Il cuore dell’iniziativa è il momento dell’incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza.

Protagonisti della campagna sono proprio i volontari e le volontarie di protezione civile – appartenenti alle sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, nonché a gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia – che si trasformano quindi in uno strumento attivo di comunicazione delle buone pratiche di protezione civile.

La Pubblica Assistenza Anpas Croce Verde Ovadese (nella foto in apertura alcuni volontari), allestisce, sabato 13 ottobre, in piazza San Francesco un punto informativo sui rischi del terremoto e maremoto, che sarà riproposto a Castelletto d'Orba, presso il Palazzetto dello Sport in località Castelvero, domenica 14 ottobre.

Una precedente edizione di "Io non rischio" a Torino

Inoltre in piazza San Carlo a Torino la Pubblica Assistenza Anpas Croce Verde Torino, il Circolo Legambiente Protezione civile Piemonte e l’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, illustreranno nei due giorni della campagna il rischio alluvione.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica.
L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto.

Contenuti correlati