App 01
Fondazione ANT

UGO, il Personal Caregiver vince Sprint4Ideas

10 Ottobre Ott 2018 1648 10 ottobre 2018
  • ...

È il servizio di accompagnamento e affiancamento alla persona a 360 gradi dedicato a utenti in età avanzata, con disabilità e fragilità in genere

Un Personal Caregiver che assiste il paziente attraverso l’intero ciclo terapeutico: è UGO, il vincitore di Sprint4Ideas, prima edizione del bando da 50.000 euro che Fondazione ANT ha lanciato in occasione del suo quarantesimo anniversario con l’obiettivo di trovare soluzioni innovative da integrare al proprio modello assistenziale.

Ospite della conferenza di apertura del Meet in Italy for Life Sciences 2018 negli spazi di Opificio Golinelli a Bologna, Fondazione ANT ha annunciato oggi il progetto che si aggiudica il contributo messo a disposizione da Emil Banca, Igea Medical e Vivisol. Il percorso, avviato in aprile con l’apertura della call, ha visto partecipare oltre 30 tra makers, innovatori, start up già avviate, piccole e medie imprese e laboratori di ricerca che hanno presentato servizi, medical devices, software, presidi sanitari innovativi e progetti di virtual reality da attuare nell’ambito dell’assistenza ANT.

Cinque i finalisti – Aquabuddy, Dachivai, Prana dell’Università di Siena, Vitaever Assistant di Vidiemme, UGO – selezionati da una commissione di esperti composta da Matteo Cadossi, MD PhD vicepresidente Igea Medical, Lorenzo Chiari, professore ordinario del Dipartimento di Ingegneria dell’energia elettrica e dell’informazione “Guglielmo Marconi” dell’Università di Bologna, Chiara Gibertoni, direttore generale dell’AUSL di Bologna, Claudio Petronio AD di Vivisol – membro del gruppo consiliare dell’associazione servizi e telemedicina di Assobiomedica, Federica Sechi di Associazione Réseau Entreprendre Italia, Jacopo Tamanti, responsabile sanitario dell’assistenza domiciliare ANT, Aldo Tomasi Professore ordinario MD PhD Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia– responsabile scientifico laboratorio TOP tossicologia e proteonica, Elisabetta Toschi, mechatronics and motoristics strategic development ASTER e Silvia Varani, responsabile U.O. Formazione e Aggiornamento Scientifico ANT.

La premiazione di UGO

Primo classificato è risultato UGO, il servizio di accompagnamento e affiancamento alla persona a 360° dedicato a utenti in età avanzata, con disabilità e fragilità in genere, nato con l’obiettivo di conferire loro maggiore autonomia, garantire supporto nell’affrontare attività legate alla propria salute e in genere, fornire alle famiglie un aiuto concreto a livello organizzativo e psicologico. UGO infatti raggiunge la persona a casa, la accompagna – con vettura propria o con quella del paziente – e la segue durante tutto il periodo della terapia in strutture ospedaliere. UGO è stato scelto perché, in maniera complementare ad ANT, supporta il malato cronico e la sua famiglia nella gestione degli spostamenti e delle permanenze da/a strutture sanitarie.

Due i premi speciali: il primo, nato dalla collaborazione con Réseau Entreprendre, è stato conferito a Daniele Conti di SynDiag (piattaforma software intelligente che assisterà i medici durante gli esami ecografici di routine e di controllo) che potrà usufruire gratuitamente di un percorso di accompagnamento offerto da Réseau Entreprendre Piemonte; il secondo è invece legato alla realtà virtuale, cui ANT ha già da tempo riservato il progetto Look of Life, ed è stato vinto da Immerxive.

Contenuti correlati