Italia Camp Apre
ItaliaCamp

Le opere di SICreative si presentano

29 Ottobre Ott 2018 1501 29 ottobre 2018
  • ...

Nel pomeriggio di lunedì 29 ottobre le produzioni artistiche degli under 30 del progetto promosso da ItaliaCamp con l’Agenzia Nazionale Giovani e gli artisti Alice Padovani, Francesco Giannico e Arcò saranno visibili a tutti. L’appuntamento è alle ore 17,30 allo spazio Milano Luiss Hub for Makers and Students

Ci sono delle piccole torri che con le loro sagome echeggiano le forme slanciate e imponenti dei grattaceli, foreste abitate del quartiere circostante, strutture rivestite da una moltitudine di oggetti la cui memoria è incerta: sono pezzi, ingranaggi, meccanismi, componenti elettronici che un tempo facevano parte di qualcosa di più complesso, una macchina, un corpo tecnologico che ora è disgregato e ci restituisce le sue parti uniche e singolari. Parti distanti tra loro finiscono per creare un incontro inatteso, in una sorta di memoriale poetico della tecnica e della tecnologia che evoca al contempo le forme primitive della natura (nella foto in apertura e sotto il momento della creazione).
Un bosco che sembra appartenere alla nuova era geologica dell’antropocene: lontano dalla natura, ma che ad essa tenta di riavvicinarsi e che accompagnano i passi in un percorso che si snoda negli spazi esterni del Milano Luiss Hub. È questa una delle produzioni artistiche che saranno presentate oggi (29 ottobre alle ore 17.30) allo spazio Milano Luiss Hub for Makers and Students”.

Sono le produzioni creative frutto del lavoro di venti giovani under 30 selezionati attraverso il progetto SICreative. Promosso da ItaliaCamp, il progetto è stato realizzato grazie ai fondi messi a disposizione dall’Agenzia Nazionale per i Giovani con il bando “Cosa vuoi fare da Giovane? Il tuo futuro parte adesso!”, con l’obiettivo di far emergere il talento e sviluppare le competenze artistico-creative degli under 30 attraverso la collaborazione con artisti già affermati.

Gli under 30 selezionati hanno avuto la possibilità di partecipare a tre residenze artistiche, svoltesi al Milano Luiss Hub for Makers and Students nel corso del mese di ottobre, con artisti di fama internazionale: Alice Padovani, artista visiva nota per proporre nelle sue opere frammenti di una natura decontestualizzata e creare collezioni che sono, allo stesso tempo, cumuli e tracce, dove la memoria naturale e quella personale si fondono per diventare il punto di origine; Arcò, cooperativa fondata da un gruppo di ingegneri e architetti impegnati nella progettazione architettonica, urbana e del paesaggio basata su principi di sostenibilità ambientale; Francesco Giannico, uno dei fari portanti della sound art, fondatore dell’archivio italiano dei Paesaggi Sonori e, con Alessio Ballerini, della Oak Editions.

Sopra il progetto “No More Half Season – Spazio di isolamento temporaneo”, in basso un particolare del Bosco Matrice

Alle ore 17.30 saranno quindi presentate alla stampa, ai soci dell’Associazione ItaliaCamp e alla comunità dei creativi e dei designer milanesi le produzioni creative realizzate dai giovani under 30 che hanno reso il Milano Luiss Hub for Makers and Students, già luogo di riferimento per gli innovatori e i makers dell’Innovation District, un punto di connessione anche per la community del mondo culturale e creativo.
Dalla prima residenza artistica (15-19 ottobre) è nato, grazie alla supervisione di Alice Padovani, il “Bosco Matrice”, una serie di strutture verticali che tracciano un percorso che si snoda negli spazi esterni del Milano Luiss Hub: piccole torri che con le loro sagome echeggiano le forme slanciate e imponenti dei grattaceli, foreste abitate del quartiere circostante. Nel corso della seconda residenza (22-26 ottobre) è stato realizzato, con il coordinamento della coperativa Arcò, il progetto “No More Half Season – Spazio di isolamento temporaneo”, una zona di occupazione temporanea dove potersi affrancare dalla quotidianità invadente. Infine frutto della terza residenza artistica (24-26 ottobre) è stata l’istallazione sonora multicanale “Reconjunction”, prodotta con il coordinamento di Francesco Giannico: una traccia sonora che da diversi luoghi della città, Brera, la Scala, il Mudec, Lambrate, il Politecnico, il Duomo, si muove verso il centro di Milano, entra nell’Innovation District propagandosi fino all’Open Garden del Milano Luiss Hub dove i diversi paesaggi sonori confluiscono in una mappa sonora collaborativa.
A illustrare le opere saranno presenti, oltre agli artisti, Leo Cisotta, presidente dell’Associazione ItaliaCamp e Domenico De Maio, direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Le immagini pubblicate sono di ItaliaCamp

Contenuti correlati