Minori

Dialoghi di Vita.it e Telefono Azzurro: giovedì a tema la cittadinanza digitale

6 Ottobre Ott 2020 1335 06 ottobre 2020

Giovedì 8 ottobre alle 18 il quarto appuntamento con i Dialoghi “Ricominciamo dai bambini e adolescenti”. A tema l'educazione alla cittadinanza digitale. Protagonisti del dialogo: Padre Paolo Benanti, francescano, docente di Teologia morale ed etica delle tecnologie; Raffaella Briani, Associazione Nazionale Presidi; Aluisi Tosolini, dirigente scolastico a Parma; Emma Amiconi, Presidente FONDACA, Fondazione per la cittadinanza attiva, Francesca Scandroglio di Telefono Azzurro

  • ...
Cittadinanza 394801012
  • ...

Giovedì 8 ottobre alle 18 il quarto appuntamento con i Dialoghi “Ricominciamo dai bambini e adolescenti”. A tema l'educazione alla cittadinanza digitale. Protagonisti del dialogo: Padre Paolo Benanti, francescano, docente di Teologia morale ed etica delle tecnologie; Raffaella Briani, Associazione Nazionale Presidi; Aluisi Tosolini, dirigente scolastico a Parma; Emma Amiconi, Presidente FONDACA, Fondazione per la cittadinanza attiva, Francesca Scandroglio di Telefono Azzurro

Pochi giorni fa la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che ha voluto ricordare come: “L'educazione al digitale è un pilastro per la formazione dei nostri ragazzi. La pandemia ha accelerato un cambiamento che dobbiamo intercettare. Siamo di fronte ad una vera e propria rivoluzione. Questi mesi hanno cambiato tutto. Stiamo lavorando alla trasformazione digitale della Scuola e al potenziamento delle competenze digitali degli studenti e delle studentesse, ma anche di tutto il personale scolastico”.

Di Educazione alla cittadinanza digitale si occuperà il quarto appuntamento dei Dialoghi di Vita.it e Telefono Azzurro di giovedì 8 ottobre condotti come sempre da Riccardo Bonacina e dal professor Ernesto Caffo.

Educazione alla cittadinanza digitale significa fare in modo che i ragazzi siano in grado di:

• esercitare la propria cittadinanza utilizzando in modo critico e consapevole la Rete e i Media,

• esprimere e valorizzare se stessi utilizzando gli strumenti tecnologici in modo autonomo e rispondente ai bisogni individuali, sapersi proteggere dalle insidie della Rete e dei Media (plagio, truffe, adescamento…),

• saper rispettare norme specifiche (rispetto della privacy, rispetto/tutela del diritto d’autore…),

• essere cittadini competenti del contemporaneo.

Per questo alla scuola e agli insegnanti, che giocano un ruolo fondamentale nella vita dei ragazzi, è necessario proporre percorsi di sensibilizzazione e di formazione, che forniscano loro le competenze necessarie per educare gli studenti a navigare in Rete consapevolmente e aiutarli a chiedere aiuto.

Telefono Azzurro e Doxa Kids, nell’ultimo studio prodotto, evidenziano un altro dato allarmante: il 28% dei ragazzi adolescenti intervistato dichiara che i social causano dipendenza. Per fortuna il 49% degli intervistati dichiara di voler ricevere un supporto per poter raggiungere una condizione di benessere digitale e, in generale, gli adulti rimangono per loro un punto di riferimento fondamentale per superare le difficoltà. La ricerca di Telefono Azzurro e Doxa Kidsmette in luce un altro dato interessante: il 17% dei giovani si rivolgerebbe a un insegnante ma confida in una maggiore preparazione da parte di essi, in modo che possano aiutarli ad affrontare e gestire i pericoli della rete.

Il dialogo di giovedì vedrà come protagonisti: Padre Paolo Benanti, francescano, docente di Teologia morale ed etica delle tecnologie; Raffaella Briani, Associazione Nazionale Presidi; Aluisi Tosolini, dirigente scolastico a Parma; Emma Amiconi, Presidente FONDACA, Fondazione per la cittadinanza attiva, Francesca Scandroglio di Telefono Azzurro.

Contenuti correlati