24 Gennaio Gen 2018 0930 3 months ago 24 Gennaio Gen 2018 1230 3 months ago Milano

Responsabilità contro indifferenza

Italia Milano - corso Buenos Aires, 33
http://bit.ly/2rtSPqT

Oggi come ieri, scegliamo di accogliere. Evento in occasione della Giornata della Memoria

È in programma mercoeldì 24 gennaio, con inizio alle ore 9,30 l'annuale appuntamento organizzato dall’Associazione del Giardino dei Giusti di Milano (composta da Comune di Milano, Gariwo e Ucei – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane) con insegnanti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado per celebrare la Giornata della Memoria. Memoria della Shoah, dei genocidi del Novecento, delle ferite della contemporaneità: un’occasione per gli studenti di confronto col male senza fermarsi all’indignazione, ma ricordando i Giusti che si sono opposti alla violenza.

Il programma, al teatro Elfo Puccini, prende avvio dal tema dell’accoglienza, proponendo la testimonianza di Roberto Jarach, vicepresidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, e del giornalista Stefano Pasta, della Comunità di Sant’Egidio, accompagnato da un giovane profugo proveniente dalla Guinea Conakry accolto nella struttura, che racconteranno l’esperienza di ospitalità ai profughi fornita dal "Binario 21" e dialogheranno con il presidente di Gariwo, Gabriele Nissim sul tema della responsabilità. 

A seguire, Elisa Giunipero, docente di Storia Contemporanea dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, racconterà la storia degli ebrei di Shanghai e in particolare di Ho Feng Shan, console cinese a Vienna che fornì passaporti falsi agli ebrei per salvarli dalle deportazioni.

Dal ricordo della Shoah alla contemporaneità, con la testimonianza di Emilio Barbarani, che operò nell’Ambasciata italiana a Santiago del Cile negli anni ’70. Dopo il golpe di Augusto Pinochet, per mesi la nostra sede diplomatica divenne infatti il rifugio per centinaia di oppositori. A gestire la difficile situazione fu Barbarani, che organizzò la fuga all’estero di circa 750 persone.

A sottolineare la responsabilità dell’accoglienza, nel presente e nel passato, concluderanno le testimonianze il console armeno e co-fondatore di Gariwo, Pietro Kuciukian, e il giornalista Simone Zoppellaro, che porteranno l’attenzione sul genocidio contro la comunità yazida, oltre alla video-intervista di Gariwo a Nadia Murad, rapita dall'Isis e sfuggita ai suoi carcerieri dopo due anni di violenze. Nelle stesse terre del genocidio armeno del 1915, oggi si verifica un atto di accoglienza da parte della stessa Armenia, che dal 2014 ha aperto le sue porte ai profughi yazidi. 

Hammo Shero, il capo yazida del Monte Sindjar che nel 1915 salvò migliaia di armeni ospitandoli sulla montagna, sarà onorato insieme a Ho Feng Shan al Giardino al Monte Stella di Milano in occasione della prossima Giornata dei Giusti dell’umanità (6 marzo).

Le testimonianze e i dialoghi verranno accompagnati da video, immagini, e intervallati dalle letture degli studenti del corso di teatro del liceo G.B. Grassi di Saronno (VA) e della scuola media Salvador Allende di Paderno Dugnano (Milano). A presentare la giornata, Enrico Pittaluga.

Nell'immagine una particolare della locandina