Username
Password
30 settembre 2014

Come compilare il certificato medico?

di Giulio D'Imperio

Il certificato medico introduttivo con cui si attesta quali sono le infermità invalidanti del cittadino che vuole presentare domanda di invalidità civile, cecità, sordità, disabilità od handicap deve essere compilato da un medico

Il certificato medico introduttivo con cui si attesta quali sono le infermità invalidanti del cittadino che vuole presentare domanda di invalidità civile, cecità, sordità, disabilità od handicap deve essere compilato da un medico che risulti abilitato alla compilazione telematica del certificato.

E’ stato precisato dall’Inps che il certificato medico introduttivo non deve essere prodotto quando la domanda viene presentata per il collocamento mirato previsto dalla L.68/1999, in quanto la domanda viene presentata da persone a cui è stata già riconosciuta una invalidità superiore al 45%, oppure sia stata riconosciuto lo status di cieco civile o sordo. In questi casi il cittadino interessato è tenuto a presentare il verbale dell’avvenuto riconoscimento quando sarà visitato dalla Commissione medica integrata.    

I dati che devono essere riportati nel certificato, perché sia ritenuto valido devono essere:

 

-       i dati anagrafici del cittadino, in cui devono essere riportati anche il codice fiscale ed il numero di tessera sanitaria;

-       i dati clinici (anamnesi, obiettività);

-       diagnosi con codifica ICD-9;

-       l’indicazione della impossibilità a poter deambulare, del cittadino che presenta la domanda, senza l’aiuto permanente di un accompagnatore oppure della impossibilità a compiere gli atti quotidiani della vita senza una assistenza continua, qualora la richiesta è mirata ad ottenere l’indennità di accompagnamento;

-       l’indicazione di patologie oncologiche, in modo da sfruttare quanto previsto dalla L.80/2006;

-       l’indicazione di eventuali patologie gravi previste nell’allegato al DM 2.8.2007, in modo da ridurre i tempi di convocazione a 15 giorni;

-       l’indicazione della finalità che si intende perseguire presentando il certificato, ovvero l’invalidità civile, piuttosto che la cecità, la sordità o l’handicap (L.104/1992) o la disabilità (L.68/1999)

 

Una volta completato l’iter di acquisizione del certificato medico introduttivo, il sistema produrrà una ricevuta, che il medico dovrà consegnare all’interessato, su cui sarà riportato il numero del certificato che il cittadino è tenuto a riportare perché possano essere abbinati sia il certificato medico introduttivo che la domanda da presentare.

Sarà compito del medico stampare e consegnare al cittadino il certificato introduttivo firmato in originale medico, che dovrà essere esibito dal cittadino quando verrà chiamato a visita.

Il certificato medico in formato digitale potrà essere riferito a differenti ridiceste di benefici e/o prestazioni.

Il medico certificatore potrà procedere ad eventuali ristampe dei certificati medici da lui stesso prodotti.