Username
Password
25 ottobre 2014

VITA

Roma, alla Lumsa si "laurea l'esperienza"

di Daniele Biella

Presentati questo pomeriggio i risultati del modello formativo "Laureare l'esperienza", impiegato dall'università romana per riconoscere l'apprendimento informale nelle carriere universitarie

Età compresa tra i 36 e i 45 anni, al suo primo titolo universitario, proveniente dal centro Italia, professionista nel non profit o nella Pubblica amministrazione, forti motivazioni e spiccata propensione a continuare gli studi.

È questo il profilo-tipo degli studenti non più giovanissimi di ?Laureare l?esperienza?, il percorso universitario proposto dal 2001 dalla Lumsa i cui risultati sono stai proposti quest'oggi in un seminario a Piazza delle Vaschette a Roma. Un corridoio aperto a partire dal 2001 nelle Facoltà di Scienze della formazione, Giurisprudenza e Lettere per favorire quel ritorno allo studio da parte di chi possiede già un consistente bagaglio professionale e guarda con interesse alle opportunità di un?adeguata riqualificazione e riposizionamento nel mondo del lavoro.

?Siamo stati i primi in Italia?, dichiara Consuelo Corradi, docente di sociologia della Lumsa, ?ad avviare ?Laureare l?esperienza?. Un percorso che successivamente è stato fatto proprio da alcune Università, anche con delle degenerazioni finite nel mirino di alcune inchieste giornalistiche, laddove l?elevato riconoscimento dei crediti formativi è stato considerato una scorciatoia per la laurea. La modalità, invece, che proponiamo alla Lumsa ha lo scopo di riannodare quel filo spezzato con lo studio, in un?ottica di formazione continua. Questo significa valutare direttamente i curriculum di chi si iscrive, elaborare percorsi di studio personalizzati che possano integrare e migliorare le loro conoscenze, supportarli con tutor reperibili anche telefonicamente e per e-mail, predisporre lezioni e incontri ad hoc con i docenti in orari e giorni pensati per chi lavora?.

Nella Facoltà di Scienze della Formazione sono attivi per 'Laureare l?esperienza' i percorsi di Educatore professionale e di Esperto delle organizzazioni non profit. ?Una scelta dettata dalla conoscenza diretta delle esigenze del mondo dei servizi sociali?, spiega Paolo Pacchiarotti, coordinatore del programma per Scienze della Formazione, ?cresciuto in modo esponenziale negli ultimi decenni insieme a tutto il movimento del Terzo settore. Non a caso il 57% dei nostri iscritti proviene dal privato-sociale, 18% dalla scuola, 11% da società di capitali 7% dagli Enti locali, 5% dalla Pubblica Amministrazione, 1% dalle Associazioni di categoria. Solo l?1% sono disoccupati?.

Nell?arco degli ultimi cinque anni gli iscritti a Laureare l?esperienza nella sola Facoltà di Scienze della formazione sono stati 364, di cui il 60% donne. Il 61% degli studenti proviene dal centro Italia, il 24% dal Meridione, il 10% dal Nord e il 5% sono stranieri. La distribuzione dell?età anagrafica vede: 24-27 anni, 3%; 28-31 anni, 8%; 32-35 anni, 21%; 36-40 anni, 23%; 41-45 anni, 31%; oltre 45 anni, 3%. Il 17% di ?Laureare l?esperienza? ha già tagliato il traguardo della laurea e tra questi in molti hanno proseguito gli studi iscrivendosi alla laurea specialistica e ai master universitari proposti dalla Lumsa. Solo il 4% si è ritirato prematuramente dagli studi. Per l?85% degli iscritti questo percorso di studi rappresenta il primo titolo universitario.

Discorso analogo, anche se cambiano i destinatari, riguarda la Facoltà di Giurisprudenza della Lumsa dove per 'Laureare l?esperienza' è previsto il percorso di studi di Scienze dell?Amministrazione. ?Gli Enti pubblici e gli organismi del Terzo settore", spiega Fiamma Mignella Calvosa, coordinatrice del programma per Giurisprudenza, "richiedono personale e dirigenti sempre più qualificati, con più competenze e capacità multidisciplinare di problem solving. Al tempo stesso molti dipendenti aspirano ad accrescere le loro competenze, con la possibilità di migliorare la loro posizione. In tal senso ?Laureare l?esperienza? diviene uno strumento utile per consolidare la propria esperienza e acquisire know-how, utili a potenziare la propria organizzazione e a migliorare il proprio ruolo, una scelta condivisa finora da 510 dipendenti pubblici immatricolati negli ultimi quattro anni?.

La Facoltà di Lettere e Filosofia della Lumsa è stata l?ultima in ordine di tempo ad avviare il percorso di studi per 'Laureare l?esperienza', ma grazie allo stretto rapporto esistente con il mondo professionale ha avuto subito un gran numero di adesioni. ?Le ottime relazioni con l?Ordine regionale dei giornalisti del Lazio e del Molise", dichiara Donatella Pacelli, coordinatrice del programma per Scienze della Comunicazione, "ci ha portato a siglare nel 2004 la convenzione per il percorso di Editoria e Giornalismo. Al momento sono oltre 60 gli iscritti tra giornalisti pubblicisti e professionisti iscritti. Visto il successo di questa iniziativa stiamo ipotizzando di aprire altri percorsi di studio di ?Laureare l?esperienza? in collaborazione con altre organizzazioni?.

?L?evoluzione del mondo del lavoro", conclude Consuelo Corradi, "sta imponendo un?estensione della funzione dell?apprendimento nelle università, non più legata solo al periodo di studio giovanile, e quindi propedeutica all?ingresso nel mondo nel lavoro, ma rivolta a un pubblico maturo, capace di interagire con i docenti sulla base di una densa esperienza professionale, motivati a immettere le conoscenze appena acquisite nella sua quotidianità lavorativa, migliorandola qualitativamente?.

Commenti