Salute

Aids/Hiv, Bertolaso: «Un percorso per le case alloggio»

2 Dicembre Dic 2022 1225 02 dicembre 2022

L'assessore al Welfare di Regione Lombardia annuncia un incontro con i responsabili delle 23 strutture che avevano denunciato il rischio chiusura. «Sarà anche l'occasione di ripensare il modello di offerta e presa in carico»

  • ...
Bertolaso Guido Roma Fg
  • ...

L'assessore al Welfare di Regione Lombardia annuncia un incontro con i responsabili delle 23 strutture che avevano denunciato il rischio chiusura. «Sarà anche l'occasione di ripensare il modello di offerta e presa in carico»

Un incontro a metà del mese di dicembre con i referenti delle Case alloggio per i malati di Hiv/Aids lombarde che, nei giorni scorsi, avevano denunciato il rischio chiusura per le loro strutture: lo ha annunciato Guido Bertolaso, assessore al Welfare. Obiettivo, spiega l'agenzia di Regione, LombardiaNews, «attivare il percorso di accreditamento che permetterebbe loro di accedere ad eventuali risorse».

Secondo l'assessore che ha sostituito Letizia Moratti alla guida della Sanità lombarda, «questo percorso è un’occasione per capire come rinnovare il modello di offerta e presa in carico delle Case Alloggio (che risale agli anni ’90) rendendolo più sostenibile, utilizzando al meglio le risorse disponibili anche rispetto al totale cambiamento di scenario della patologia Hiv».

Con l’occasione, Bertolaso ha anche ricordato un'altra delibera approvata dalla Giunta, quella «che prevede un aumento del 2,5% delle tariffe in corso (oltre 250.000 euro in più per circa 220 posti letto) delle rette, in coerenza con quanto previsto ed attuato per tutto il settore dalle unità di offerta sociosanitaria».

Contenuti correlati