VITA

Berlusconi: La nostra civiltà è superiore

26 Settembre Set 2001 0200 26 settembre 2001

Il presidente del Consiglio ha invitato gli italiani, e in particolare i giovani del "no global", a essere consapevoli superiorità della civiltà occidentale rispetto a quella islamica

  • ...
  • ...

Il presidente del Consiglio ha invitato gli italiani, e in particolare i giovani del "no global", a essere consapevoli superiorità della civiltà occidentale rispetto a quella islamica

''Io credo che noi dobbiamo essere consapevoli della superiorita' della nostra civilta'. Una civilta' che costituisce un sistema di valori e principi che ha dato luogo ad un largo benessere nelle popolazioni dei paesi che la praticano. Una civilta' che garantisce il rispetto dei diritti umani, religiosi e politici. Rispetto che certamente non esiste nei paesi islamici''. Appena rientrato in hotel a Berlino dopo il lungo colloquio con il presidente russo, Vladimir Putin, Silvio Berlusconi accetta di rispondere alle domande dei giornalisti italiani sull'emergenza terrorismo dopo gli attacchi negli Stati Uniti. Il presidente del Consiglio, si sofferma sull'importanza della civilta' occidentale portatrice di valori fondamentali per una pacifica convivenza civile. ''La civilta' occidentale -sottolinea il premier- ha come valore la comprensione delle diversita' e la tolleranza. L'occidente e' stato un grande crogiolo di culture, storie, modi di pensare e di vivere, tradizioni. E' esattamente l'opposto del pensiero unico -osserva Berlusconi- Il valore della diversita' e' un valore riconosciuto. La capacita' di integrazione, la tolleranza e la solidarieta' per gli altri sono valori che fanno della nostra civilta' un fatto di cui dobbiamo essere orgogliosi. Questo lo dico perche' avendo subito a Genova la pressione di giovani per lo piu' occidentali che in modo estremo e violento hanno manifestato contro la civilta' occidentale e cio' che questa porta nel mondo''