Magazine

Magazine

Luglio / agosto 2024

Borghi futuri

L’Italia è fatta di borghi, certo, ma quello che vi propone questo numero doppio di VITA è un tessuto di comunità che hanno trovato la chiave, ogni volta differente, per mobilitarsi “da dentro”. Borghi che, valorizzando se stessi, hanno architettato modelli di sviluppo originali e capaci di convincere i giovani a giocarsi il loro futuro in queste terre. È la mappa di un’Italia plurale, che ha imparato a rinascere dal basso.
Da Borgo Valsugana, villaggio trentino sin qui noto soprattutto per aver dato i natali a De Gasperi, a Polizzi Generosa, nel Palermitano, che sta a 917 metri di altitudine, in mezzo alle Madonie, dove una comunità di giovanissimi s’è impegnata per la legalità. Fra il Trentino e la Sicilia, tante piccole località uscite dalla cartolina per diventare luoghi pulsanti di inclusione, valorizzazione del paesaggio, delle tradizioni e dell’arte, rianimazione delle relazioni e costruzione di reti. Un futuro che c’è già.

Homepage unica

L’Italia è fatta di borghi, certo, ma quello che vi propone questo numero doppio di VITA è un tessuto di comunità che hanno trovato la chiave, ogni volta differente, per mobilitarsi “da dentro”. Borghi che, valorizzando se stessi, hanno architettato modelli di sviluppo originali e capaci di convincere i giovani a giocarsi il loro futuro in queste terre. È la mappa di un’Italia plurale, che ha imparato a rinascere dal basso.
Da Borgo Valsugana, villaggio trentino sin qui noto soprattutto per aver dato i natali a De Gasperi, a Polizzi Generosa, nel Palermitano, che sta a 917 metri di altitudine, in mezzo alle Madonie, dove una comunità di giovanissimi s’è impegnata per la legalità. Fra il Trentino e la Sicilia, tante piccole località uscite dalla cartolina per diventare luoghi pulsanti di inclusione, valorizzazione del paesaggio, delle tradizioni e dell’arte, rianimazione delle relazioni e costruzione di reti. Un futuro che c’è già.

Al tema dell’astensionismo emerso clamorosamente dalle ultime elezioni europee è invece dedicato l’editoriale del numero. 
Abbiamo chiesto di scriverlo a Gregorio Arena, fondatore di Labsus, il Laboratorio per la sussidiarietà, esempio di impegno civico che lavora per l’amministrazione condivisa dei beni comuni.
Scrive Arena, che non basta fare la conta di quanti, tantissimi, hanno disertato le urne e indovinare i motivi del loro scontento ma occorre «mettere a disposizione dei cittadini e, in particolare, della società civile organizzata strumenti di partecipazione alla vita pubblica nuovi, alla portata di tutti, che diano risultati immediati e concreti in termini sia di soddisfazione dei bisogni, sia di realizzazione personale».

Nelle pagine che seguono, i sapidi commenti, le idee di futuro, le decise stroncature sono di Doriano Zurlo, Gianluca Salvatori, Ivana Pais, Sergio Gatti, Giovanni Biondi, Anna Detheridge, Luca De Biase e Maurizio Crippa.Nella sezione Rewind, da non perdere l’approfondimento di Sara De Carli sul 5 per mille che, nel 2023, ha sfondato il tetto di risorse in dotazione, per cui 27 milioni di euro non saranno distribuiti secondo i desiderata dei contribuenti. Ci si aspetta che il Governo non voglia frustrare la generosità degli italiani – allargando quella distanza dalle istituzioni di cui diceva Arena – ma reperisca le risorse necessarie.

• Il viaggio dove le relazioni contano più dei luoghi —di Riccardo Bonacina
• La mappa dei Borghi Futuri
Borgo Valsugana Dov’è nato de Gasperi l’arte fiorisce nei boschi —di Luca Fiore
• Borghi della Val di Taro Alta e bassa valle, un’alleanza per il futuro —di Giuseppe Frangi
• Cerveno Quando una Via Crucis genera relazioni e futuro —di Riccardo Bonacina
Greccio Qui la piccolezza è un valore aggiunto —di Lucio Brunelli
Ulassai Un borgo sul filo, da Maria Lai ai funamboli —di Giuseppe Frangi
Borghi della Valle dell’Aniene Giovani e immigrati, un patrimonio da curare —di Giuseppe Frangi
Castelpoto Qui è arrivato un mondo che ha fatto primavera —di Gabriella Giorgione
Roseto Capospulico Il borgo delle diverse abilità a esclusione zero —di Gabriella Giorgione
Calascio Quante idee sono fiorite all’ombra della Rocca —di Lucio Brunelli
Polizzi Generosa Dai giovani è arrivato uno stop al declino —di Gabriella Giorgione
Un viaggio che vale una mostra —di Giuseppe Frangi
Gli altri Borghi
Aree interne: Marche rigenerate —di Alessio Nisi
Geografie Meridiane: Calabria sovversiva —di Gilda Sciortino

p. 21
p.23
p.24

p.28

p.32

p.36
p.40
p.44

p.48

p.52

p.56

p.60

p.64
p.66
p.76
p.78


Infografiche

Per i nostri abbonati

Bada a come parli

Rispieghiamo “non profit” per chi non c’era, si potrebbe dire. Lo facciamo con le voci giuste, in un podcast che abbiamo voluto chiamare Bada a come parli. Quello che proponiamo è un piccolo viaggio di competenza linguistica fra le parole del sociale, dell’ambiente, della sostenibilità più in generale. Da un’idea del direttore, Stefano Arduini, costruito e realizzato da Giampaolo Cerri, questo podcast vuole essere l’occasione di riprecisare il contenuto di alcuni termini, usati frequentemente nel discutere di questi temi.
VITA a sud'
“Vita a Sud” è un volgersi dello sguardo all’innovazione sociale e ai modelli di economia civile che si stanno sviluppando nelle 6 regioni target: Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna
VITA a sud'
“Vita a Sud” è un volgersi dello sguardo all’innovazione sociale e ai modelli di economia civile che si stanno sviluppando nelle 6 regioni target: Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna

Comitato editoriale

Una community partecipata dalle principali organizzazioni italiane del Terzo settore

Comitato editoriale

Una community partecipata dalle principali organizzazioni italiane del Terzo settore

di Redazione

di Redazione

L’utopia è come l’orizzonte: cammino due passi, e si allontana di due passi. Cammino dieci passi, e si allontana di dieci passi. L’orizzonte è irraggiungibile. E allora, a cosa serve l’utopia? A questo: serve per continuare a camminare

— Eduardo Galeano

Approfondimenti

Le pubblicazioni digitali di vita.it: book sui temi di stretta attualità (instant book) e inchieste su aree di interesse sociale (focus book).

Agenda

Il calendario degli eventi e degli appuntamenti da non perdere


La rivista dell’innovazione sociale.

Abbònati a VITA per leggere il magazine e accedere a contenuti
e funzionalità esclusive