VITA

In vacanza a veder nascere la ricotta

28 Giugno Giu 2002 0200 28 giugno 2002

In un casale del 700 nel Palermitano, un agriturismo dove trionfa la cucina tipica, fra pasta fatta in casa e cassata

  • ...
  • ...

In un casale del 700 nel Palermitano, un agriturismo dove trionfa la cucina tipica, fra pasta fatta in casa e cassata

Agriturismo Fontana Murata Contrada Fontana Murata 90020 Sclafani(Pa) Tel./fax 0921.542080 fontanamurata@hotmail.com Un casale del 700 in un?azienda agricola di 300 ettari, dove la frescura è assicurata da una pineta e dalla presenza di cipressi e palme. Qui, in una zona di mezza collina, quattro anni fa la famiglia Gioia ha creato un agriturismo, nato dal desiderio di condividere la propria passione per la campagna. «L?idea è stata di mio padre», racconta la responsabile, Donata Gioia, «che è stato presidente di Confagricoltura e ha visitato molti agriturismo soprattutto in Toscana e Umbria, zone che hanno aperto la strada a questo tipo di esperienza». Fontana Murata, questo il suo nome, è attiva da 70 anni e produce in massima parte cereali (soprattutto grano ma anche orzo e avena) anche se buoni spazi sono lasciati alla produzione di olio e vino, tutti prodotti che gli ospiti dell?agriturismo possono anche acquistare. L?allevamento di ovini assicura poi il latte, uno degli elementi base della cucina del luogo che offre ricotta, formaggi e dolci sempre freschissimi. La possibilità di assistere alla trasformazione del latte in ricotta e formaggio è per gli ospiti una reale occasione di vivere momenti di vita contadina, assaporandone odori e antichi gesti. Il casale, cui è affiancata una piccola chiesa anch?essa del 700, faceva parte di un antico feudo baronale ed è stato ristrutturato e adattato all?accoglienza, che prevede 6 camere, tutte matrimoniali, con possibilità di aggiungere ulteriori letti. La cucina è tipicamente siciliana e fa molto uso dei prodotti dell?azienda e della zona. Fra i primi piatti spiccano quelli di pasta fresca, condita preferibilmente con ragù di maiale o di coniglio, o ripiena, di zucca o funghi. Il secondo veramente tipico dell?agriturismo è poi la salsiccia panata mentre tra i dolci non mancano mai quelli a base di ricotta: cannoli, cassata, e uno speciale rotolo di pan di spagna ripieno. La prima colazione dipende dai gusti: c?è chi si accontenta di semplice latte e caffè e magari un po? di marmellata, chi preferisce il formaggio e chi invece ha voglia di provare la ricotta ?zibinata?, cioè la ricotta calda col siero, nel quale si può intingere il pane. Il costo di una notte con prima colazione è di 35 euro a persona mentre chi sceglie la mezza pensione spende 49 euro (62 per la pensione completa). All?interno dell?agriturismo il tempo trascorre tra passeggiate per la campagna a piedi, in mountain-bike o su uno dei 30 cavalli presenti, e partite a tennis nell?apposito campo. La posizione favorisce anche gli spostamenti e con cinque minuti di strada si possono raggiungere le grotte della Gurfa, basta un?ora per arrivare a Palermo, Cefalù, Caltanissetta. Per raggiungere l?azienda da Palermo si percorre la superstrada per Agrigento con uscita Enna e direzione Roccapalumba -Alia. Dopo 9 chilometri, le indicazioni.