VITA

Medicina: a Roma primo trapianto fegato su sieropositivo

30 Settembre Set 2002 0200 30 settembre 2002

Un paziente sieropositivo vive con un fegato nuovo. Per la prima volta in Italia, l'eccezionale trapianto, compiuto su un romano di 49 anni colpito da tumore al fegato

  • ...
  • ...

Un paziente sieropositivo vive con un fegato nuovo. Per la prima volta in Italia, l'eccezionale trapianto, compiuto su un romano di 49 anni colpito da tumore al fegato

Un paziente sieropositivo vive con un fegato nuovo. Per la prima volta in Italia, l'eccezionale trapianto, compiuto su un romano di 49 anni colpito da tumore al fegato, e' stato effettuato dal prof. Eugenio Santoro, direttore del dipartimento di chirurgia dell'Istituto Regina Elena e dalla sua equipe. Il donatore e' un uomo di 61 anni, romano, deceduto per emorragia cerebrale. "Circa un mese fa, in attesa del varo definitivo del protocollo nazionale - ha detto il prof. Santoro - il centro nazionale trapianti ha concesso tre autorizzazioni speciali al trapianto di fegato in soggetti sieropositivi: al Regina Elena e al centri di Modena e di Palermo". L'intervento di questa notte e' durato 9 ore.