VITA

La cucina genovese sbarca nel piacentino

22 Aprile Apr 2003 0200 22 aprile 2003

La fattoria Tre Noci è gestita da una famiglia d’origine ligure che si è inventata piatti che uniscono due culture culinarie. Da sballo (di Michela Luison).

  • ...
  • ...

La fattoria Tre Noci è gestita da una famiglia d’origine ligure che si è inventata piatti che uniscono due culture culinarie. Da sballo (di Michela Luison).

La fattoria Tre Noci è un agriturismo bio-ecologico certificato dall?Aiab dal 1996. Un luogo piacevole e rilassante, a 750 metri sul livello del mare, dove godere dei primi sprazzi di sole primaverile immersi in una rigogliosa vegetazione. Un paesaggio coloratissimo, dove le diverse tonalità dei boschi di castagni, querce, abeti bianchi e rossi si alternano a quelle dei campi coltivati. La zona, di grande interesse naturalistico, offre un panorama eccezionale e diverse opportunità per escursioni a piedi, cavallo, mountain bike e osservazioni geologiche. La famiglia Bovi, di origine genovese, dal 1991 si è trasferita stabilmente in campagna per dedicarsi alla coltivazione dei 10 ettari della fattoria e all?ospitalità agrituristica. L?azienda produce, secondo metodi biologici, cereali, ortaggi, frutta, miele, e alleva prevalentemente mucche. Dai prodotti dei campi e della stalla si ricavano ottime conserve, marmellate, salse, sottolî, liquori di erbe, latte e formaggi di mucca. Tutti prodotti in vendita nel piccolo negozio aziendale. L?agriturismo, aperto tutto l?anno, mette a disposizione dei propri ospiti 4 stanze con bagno e riscaldamento, per complessivi 20 posti letto. Per un soggiorno in B&B si spendono 30 euro. Un po? di più, circa 46 euro, per una mezza pensione. Durante il soggiorno gli ospiti possono dedicarsi a lunghe passeggiate nei boschi vicini, all?equitazione nell?attrezzato maneggio dell?azienda o agli sport acquatici come canoa e rafting nelle acque del vicino fiume Trebbia. Per chi invece preferisce il dolce far niente in queste tiepide giornate primaverili, suggeriamo un bagno di sole sulle spiaggette lungo le rive del fiume. Nei dintorni, oltre alle escursioni al vicino centro medioevale di Bobbio, in automobile si possono raggiungere con facilità le città d?arte di Piacenza e Parma. Per gli amanti della tavola, l?azienda dispone di un piccolo ristorantino a conduzione familiare in cui poter degustare, oltre ai prodotti genuini della fattoria, anche i piatti della tradizione e una nutrita scelta di portate vegetariane. Si può iniziare con i primi piacentini, piacevolmente ?contaminati? dalle origini liguri della famiglia Bovi, come i tortelli alla ricotta ed erbette conditi non con burro e salvia ma con la variante genovese della salsa di noci. Si continua, poi, con le torte di verdura: patate e fagioli, erbette e spezie, e con i secondi di carne come la coppa arrosto e lo stracotto alla piacentina. Si conclude in dolcezza con la torta di amaretti, latte e cacao. E, in occasione delle festività pasquali, la famiglia Bovi delizierà i palati degli ospiti con la famosa e gustosa torta Pasqualina. Per un pranzo completo si spendono circa 21 euro. Come si arriva al Tre Noci? Uscite al casello di Piacenza Sud (dalla A1), o a quello di Piacenza Ovest (dalla A21), imboccate la SS 45 della val Trebbia in direzione Bobbio. Qui proseguite per Coli fino alle indicazioni per Fontana e il Tre Noci. Michela Luison Agriturismo Tre Noci Località Fontana, 65 29020 Coli (Piacenza) Tel. e fax 0523.931020 agri.trenoci@libero.it